Addio a Spalletti? Conte in pole, ma attenzione ad Allegri: all’Inter tutti convinti che…

Addio a Spalletti? Conte in pole, ma attenzione ad Allegri: all’Inter tutti convinti che…

Le ultime sul futuro della panchina nerazzurra secondo TuttoSport

di Daniele Vitiello, @DanViti
La prematura uscita da Champions League e Coppa Italia, anche qualora dovesse andare tutto per il meglio da qui al termine della stagione, rischiano di costare caro a Luciano Spalletti. L’Inter, in caso di divorzio con il tecnico di Certaldo, andrebbe con forza su Antonio Conte, ma – secondo i colleghi di TuttoSport – sta prendendo quota anche l’ipotesi Allegri: “Conte resta in pole position semplicemente per il fatto che – al netto del rapporto ancora da risolvere con il Chelsea – attualmente è disoccupato. Però sta rimontando a gran velocità l’opzione Allegri: un ingaggio da top player (7,5 milioni) non spaventa Suning (in tal senso fanno fede i 6.5 che il club garantirà per tre anni a Diego Godin) però – ovviamente – nel caso di Max l’Inter, al momento, non può che attendere aprile quando, come da tradizione, l’allenatore farà il punto della situazione con Andrea Agnelli per pianificare il futuro in bianconero. Qualora i due dovessero decidere di separarsi, Allegri sarà sicuramente l’allenatore più ricercato sul mercato e tutti a Palazzo Saras sono convinti che Marotta farà il possibile per portarlo all’Inter anche alla luce della maggior duttilità a livello tattico rispetto a Conte”.
Il fatto che l’attuale allenatore della Juventus abbia appena acquistato casa a Milano non è una discriminante, lo è invece il fatto che Ambra Angiolini, la sua compagna, sia di base a Brescia che è molto più comoda da raggiungere dalla Pinetina piuttosto che da Valdebebas, dove ha sede il centro sportivo del Real Madrid. Allegri poi potrebbe essere anche solleticato dall’idea di essere il primo allenatore a vincere lo scudetto con Milan, Juve e Inter ma (e questo lo accomuna a Conte) anche dall’ambizione di saper rendere vincente l’Inter proprio come lo è diventata la Juve. L’ultima parola sulla panchina spetterà a Marotta e la certezza è che la scelta dell’erede di Spalletti cadrà sul miglior allenatore sul mercato, la stessa strategia che ha portato Suning a scegliere Marotta. Alla fine, tutto torna”, chiosa il quotidiano torinese.
1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14173867 - 3 settimane fa

    Ma cosa stiamo dicendo, allegri all’Inter???? allora nn vogliamo mai vincere un tubo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy