CorSera durissimo: “L’Inter è l’anti-calcio. L’allenatore cambierà, due i candidati”

CorSera durissimo: “L’Inter è l’anti-calcio. L’allenatore cambierà, due i candidati”

L’analisi del quotidiano sulla gara di ieri

di Marco Astori, @MarcoAstori_

L’ennesima delusione europea: dopo l’errore di Asamoah che ha portato all’eliminazione dell’Inter dalla Champions League, quello di De Vrij estromette i nerazzurri dall’Europa League. L’unico obiettivo, ora, come ricorda il Corriere della Sera, resta la qualificazione in Champions League: “Il tris è centrato. Dopo aver perduto la Champions e la Coppa Italia, l’Inter viene battuta dall’Eintracht Francoforte e sbattuta fuori anche dall’Europa League. Un filotto di disonorevoli eliminazioni, un fallimento su tutta la linea per chi in estate aveva gonfiato il petto, convinto di potersi autoproclamare anti-Juve. L’Inter è solo l’anti-calcio, persa nella sua povertà tecnica, nei litigi di spogliatoio, nella scelte cervellotiche dell’allenatore Spalletti, mutilata dalla decisione di far fuori Icardi, l’unico giocatore in grado di dare un senso compiuto (il gol) a una squadra incapace di produrre gioco e che negli ultimi tre mesi ha visto sfumare gli obiettivi per cui correva. San Siro disgustato alla fine chiama la squadra sotto la curva per intimargli di tirare fuori gli attributi.

Il clima peggiore per prepararsi al derby di domenica, decisivo per l’unico obiettivo rimasto, la qualificazione in Champions che doveva essere scontata e invece rischia ora di diventare un traguardo difficile da raggiungere. I conti si faranno alla fine, su un punto non c’è discussione: l’Inter va rifondata. L’allenatore cambierà, al suo posto arriverà Antonio Conte o Massimiliano Allegri, ma c’è da ricostruire gran parte della rosa. Più che a San Siro pare di stare ancora alla Commerzbank-Arena di Francoforte, non solo per il chiasso dei 15 mila tifosi tedeschi, ma perché l’Eintracht gioca e domina neanche fosse in casa sua. L’Inter dei dodici superstiti non è una squadra, solo la brutta copia di una formazione già di per sé povera di qualità. Senza poi Nainggolan, Brozovic, Asamoah, Lautaro, Joao Mario e Icardi, assenti per un motivo o per l’altro, i nerazzurri diventano più illogici del solito. L’Eintracht non è il Barcellona, è un gruppo discreto con qualche eccellenza, tutto qui. Finisce come non doveva con un’ altra eliminazione. L’ultimo traguardo raggiungibile è il piazzamento Champions: domenica c’è il derby, fallire anche quello vorrebbe dire dover cambiare subito tutto, allenatore in primis”.
13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13766204 - 1 settimana fa

    concordo nella splendida analisi Amala !!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. angeloseverino5_290 - 1 settimana fa

    Mandate a casa Icardi e con lui a seguire Spalletti,allenatore fantasma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14043314 - 1 settimana fa

    Non solo l’allenatore, ma tutta la dirigenza: prima Marotta,poi Ausilio, il quale ha portato giocatori a parametro zero e ci ha fatto escludere da tutto!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio - 1 settimana fa

      Mandiamo a casa Marotta ? E ‘ qui da pochi mesi e sta cominciando a pulire lo sporco che ristagna da anni , teniamocelo stretto lui e Zhang , solo loro possono riportarci al top .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. leader63 - 1 settimana fa

    Perché non siete mai obbiettivi sulle questioni che riguardano la NOSTRA INTER, quando parlate di NOI, esagerate sempre e non dite mai che SIAMO quarti ad un punto dal Milan (non lo saremmo senza quel piccolo errore di Firenze, lo avete sottolineato così velocemente) senza aver fatto la campagna acquisti faraonica sia estiva che di riparazione in barba a quei palelli finanziari invece insormontabili per NOI, che squadre come la Roma ci sono dietro nonostante il fiume di soldi spesi in estate per rafforzarsi, che quella squadretta mediocre che ieri ci ha eliminato aveva precedentemente maltrattato sia in casa che fuori nella fase a gironi la Lazio e che aveva l’attacco più forte della competizione….non continuo a parlare se no entrerei nel merito dei complimenti alla Juventus per un gioco inesistente e fondato solo sulle giocate dei singoli CAMPIONI che ha a disposizione….senza fare riferimento alle innumerevoli situazioni strane che si presentano in campionato a suo favore sia in campo che fuori….plusvalenze di giocatori mediocri comprati da squadre compiacenti….STURARO DOCET…queste parole tutte di un fiato senza punti.. da parte di chi si è stancato di sentirsi criticato da persone che hanno solo l’INTER come obbiettivo… e comunque ricordatevi e ricordate alle altre squadre che vantate che solo noi INTERISTI riempiamo lo stadio… gli altri leggono i vostri elogi e basta…. non cambieremo il nostro giudizio onesto nei confronti della NOSTRA SQUADRA DEL CUORE… solo perché gente in malafede come chi scrive certi articoli cerca di fare…. ora chiudo inutile parlare con chi non vuole sentire…. SEMPRE E IN OGNI CASO FORZA INTER…. AMALA…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13982482 - 1 settimana fa

    via Spalletti prima del Derby

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13523981 - 1 settimana fa

    Oltre ad essere più che d’accordo aggiungerei che nella sua analisi è fin troppo buono…….schifosamente scandalosi……..andassero a zappare la terra, ammettendo che ne siano capaci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13964815 - 1 settimana fa

    Abbiamo fallito…. in tutto….!! A casa chi rema contro, e sono tanti, credetemi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13964815 - 1 settimana fa

    Certo… rischiamo di non andare in Europa il prossimo anno… Avrei esonerato allenatore prima di fallire dappertutto..!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13964815 - 1 settimana fa

    Stupido farlo solo adesso…. Fuori da:
    Champions League, Coppa Italia, Europa League e probabilmente anche dall’Europa il prossimo anno…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Nuzzo62 - 1 settimana fa

    Noi TIFOSI DELL INTER SIAMO DELUSI E ARRABBIATI,adesso basta e anni anni, che andiamo avanti così BASTA.Noi tifosi non ce lo meritiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-13137778 - 1 settimana fa

    si deve rifondare tutto Spalletti in primis ….è lui l anticalcio
    perdente e basta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. user-7952748 - 1 settimana fa

    D’accordissimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy