ESCLUSIVA Mattioli: “Che emozione il primo gol tra i prof! Futuro all’Inter? Un sogno”

ESCLUSIVA Mattioli: “Che emozione il primo gol tra i prof! Futuro all’Inter? Un sogno”

Il difensore del Renate, prodotto delle giovanili nerazzurre, si racconta ai microfoni di FcInter1908.it dopo la sua prima rete tra i professionisti

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Da un nerazzurro a un altro, dal trionfo nella finale Scudetto con la Primavera dell’Inter al primo gol tra i professionisti con la maglia del Renate: eventi importanti nella ancor giovane carriera di Alessandro Mattioli, una carriera che negli ultimi mesi ha subito una forte accelerata, con l’addio (seppur temporaneo) alla famiglia interista e il passaggio in Serie C tra le fila dei brianzoli, vera e propria sorpresa del girone B. Il giovane difensore classe ’98 si è concesso in esclusiva ai microfoni di FcInter1908.it, raccontando i suoi primi mesi tra i “grandi” e svelando i suoi progetti per il futuro.

Domenica contro il Bassano è arrivato il tuo primo gol tra i professionisti: che sensazioni hai provato?
E’ stato tutto molto bello, entrare e riuscire a fare subito gol su un campo difficile è stata una bella soddisfazione, poi per uno che non segna molto come me… Con il Bassano era una partita importante, a Renate l’obiettivo è la salvezza, ora le cose stanno andando bene, siamo una buona squadra e dobbiamo continuare così.

Come procede l’esperienza a Renate?
Sono contento, ho trovato un ambiente tranquillo dove si può lavorare bene. Avere degli ex compagni di squadra (Di Gregorio, De Micheli e Piscopo, tutti prodotti del settore giovanile dell’Inter, ndr) ha aiutato il mio inserimento, con Piscopo divido anche l’appartamento, poi è stato facile trovare l’intesa anche con il resto del gruppo.

Capitolo Inter: segui ancora la tua vecchia squadra? Ti senti ancora con qualche ex compagno?
Li seguo, certamente. Ho giocato all’Inter per cinque stagioni, di cui due con la Primavera. Li seguo sempre, alcuni ex compagni li sento ancora, in particolare Rover.

Domani i tuoi ex compagni giocheranno in Youth League, conquistata anche grazie a te e alla tua squadra. Qualche rimpianto per non poter giocare questa competizione?
Poter giocare la Youth League penso sia una cosa molto bella, ma ora sono contento della mia scelta di passare tra i professionisti. In estate ci sono state molte richieste, alla fine insieme all’Inter abbiamo scelto Renate e sono molto contento.

Quali sono ora i tuoi prossimi obiettivi? Speri di tornare all’Inter un giorno?
Chiaramente ora vorrei giocare tutte le partite, è quello che qualsiasi giocatore vorrebbe. M sto allenando tutti i giorni con voglia e serietà, spero di poter fare sempre meglio. Un ritorno all’Inter sarebbe un sogno, ma sono ancora all’inizio della mia carriera, nella vita non si può mai sapere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy