Inter, de Vrij sia un esempio: i campioni sanno rialzare la testa, servono altri come lui

Inter, de Vrij sia un esempio: i campioni sanno rialzare la testa, servono altri come lui

Il difensore nerazzurro è prontamente tornato sui suoi livelli dopo l’errore con il Bologna

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Prima vittoria del 2019 per l’Inter di Luciano Spalletti, che batte il Parma grazie al gol di Lautaro Martinez e riprende la marcia dopo i ko con Torino e Bologna. Servivano i tre punti per uscire dalla crisi di risultati in cui i nerazzurri erano sprofondati a inizio anno, e quelli del Tardini sono ossigeno puro per una squadra che non si è ancora messa alle spalle ansie e paure. Troppo presto per dire che il peggio è alle spalle? Vero, ma intanto i ragazzi di Spalletti possono vivere l’avvicinamento verso la gara di Europa League contro il Rapid Vienna e i prossimi impegni di campionato con maggior serenità. L’Inter, anche quest’anno, ha dimostrato di peccare in personalità e carattere, e di sciogliersi di fronte alle prime difficoltà come neve al sole: la dirigenza dovrà intervenire in questo senso, cercando sul mercato giocatori abituati a reagire e a non deprimersi nei momenti bui. Un esempio può arrivare da uno degli ultimi arrivati: Stefan de Vrij.

LA REAZIONE DOPO L’ERRORE – Arrivato la scorsa estate a parametro zero dalla Lazio, de Vrij si è conquistato fin da subito un posto da titolare nella difesa nerazzurra al fianco di Milan Skriniar, relegando in panchina Miranda. Un acquisto azzeccato, un calciatore sul quale puntare per il presente e per il futuro, prelevato a prezzo di saldi. Con Skriniar forma una coppia dal potenziale altissimo, con pochi eguali nel resto d’Europa. Con il Bologna, però, anche de Vrij è scivolato nel baratro di mediocrità del resto della squadra, facendosi anticipare nettamente da Santander e regalando, di fatto, i tre punti agli avversari. Un errore grave, non da lui. Ma Spalletti non ha voluto fare a meno dell’olandese nella delicata sfida del Tardini, e l’ex Lazio ha risposto da campione vero: impeccabile contro Inglese e Gervinho, che solo sette giorni prima avevano messo a ferro e fuoco la difesa della Juventus allo Stadium, a dimostrazione che la gara con il Bologna è già ampiamente alle spalle. Perchè i campioni fanno così, sanno reagire agli errori con personalità e carattere, senza lasciarsi condizionare: e l’Inter ha bisogno di altri elementi come de Vrij.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy