Inter-Eintracht 0-1: nerazzurri sconfitti su tutti i fronti

Inter-Eintracht 0-1: nerazzurri sconfitti su tutti i fronti

Gara di ritorno degli ottavi di Europa League

di Giovanni Montopoli, @GioMontopoli

MILANO – L’Inter saluta l’Europa League sovrastata fisicamente e psicologicamente dall’Eintracht. I soliti proclami della vigilia rimangono scolpiti nell’etere, ci pensa il campo a ricordare ai nerazzurri che non si vive di sole parole e che senza i fatti si va poco lontano. Avvio da brivido che lascia presagire il peggio. In 5 minuti traversa Eintracht e vantaggio. Nerazzurri alle corde dopo pochi minuti, incapaci di reagire e produrre gioco, salvati da un passivo imbarazzante da Samir Handanovic, unico – insieme a Politano – a salvare la faccia. Mai pericolosi, mai propositivi, mai incisivi, mai in partita, i nerazzurri cedono minuto dopo minuto senza accennare una minima reazione. La ripresa vede gli ospiti amministrare e colpire a loro piacimento con l’Inter costretta a far fatica anche solo per superare la trequarti di campo.

Una sconfitta amarissima per come è arrivata, a poco servirà recriminare sugli assenti, manca la sostanza a questa squadra che in pochi giorni rischia di compromettere una stagione nata sotto i migliori auspici e che sembra invece esser entrata nella zona d’ombra dalla quale i nerazzurri appaiono incapaci di uscire.

MILANO – Tutto in una notte. Luciano Spalletti schiera una formazione obbligata per tentare di superare gli ottavi di Europa League. Contro l’Eintracht i nerazzurri si affideranno a Keita Balde in attacco supportato da Politano, Perisic e Candreva. A centrocampo Vecino e Borja Valero comporranno la diga a sostegno dei quattro difensori che saranno Cedric, Skriniar, De Vrij e D’Ambrosio.

QUESTE LE FORMAZIONI UFFICIALI

INTER: 1 Handanovic; 21 Cedric, 6 De Vrij, 37 Skriniar, 33 D’Ambrosio; 8 Vecino, 20 Borja Valero; 87 Candreva, 16 Politano, 44 Perisic; 11 Keita A disposizione: 27 Padelli, 13 Ranocchia, 40 Gavioli, 67 Zappa, 68 Merola, 70 Esposito, 77 Brozovic Allenatore: Luciano Spalletti

EINTRACHT FRANCOFORTE: 31 Trapp; 20 Hasebe, 13 Hinteregger, 2 N’Dicka; 24 Da Costa, 17 Rode, 15 Willems, 10 Kostic; 11 Gacinovic; 9 Haller, 8 Jovic A disposizione: 1 Ronnow, 3 Falette, 6 De Guzman, 21 Stendera, 23 Russ, 33 Tawatha, 39 Paciencia Allenatore: Adi Hütter

Arbitro: Ovidiu Alin Hategan Assistenti: Octavian Sovre, Sebastian Eugen Gheorghe Arbitri d’area: Marian Petrescu Radu, Sebastian Constantin Coltescu IV uomo: Adrian Stefan Ghinguleac Radu

 

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13981403 - 2 mesi fa

    scherzi Perisic per il ns tecnico è. intoccabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14035356 - 2 mesi fa

    iscriviamo l’inter alla discesa libera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14035356 - 2 mesi fa

    portare la maglia dell’Inter deve essere un onore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14035356 - 2 mesi fa

    andate a lavorare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-9138898 - 2 mesi fa

    ringraziamo ancora un volta la società FC Inter per averci fatto subire un’ altra umiliazione…sono anni che cambiamo giocatori ed allenatori ma la solita vergogna…grazie società per affossare questo nome: Inter

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-14166041 - 2 mesi fa

    spalletti a casa insieme.a perisic

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-14166041 - 2 mesi fa

    spalletti via stasera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13129646 - 2 mesi fa

    Il problema che da domani è tutto ok per la società che non prenderà nessun provvedimento ne con la squadra e ne con l’allenatore!!!! Avanti così fino a fine stagione
    Il derby è perso già da due mesi!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-11637010 - 2 mesi fa

    VERGOGNA

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy