Lukaku il sogno e Conte può spingerlo all’Inter. Con la Champions, Zhang sbloccherà il budget

Lukaku il sogno e Conte può spingerlo all’Inter. Con la Champions, Zhang sbloccherà il budget

Il centravanti dello United potrebbe essere l’erede di Icardi all’Inter, Dzeko l’alternativa

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Se dovesse arrivare Conte all’Inter, il tecnico potrebbe chiedere subito un rinforzo in attacco: Romelu Lukaku. Icardi sembra ormai vicino all’addio e in estate potrebbe lasciare Milano, così il club nerazzurro è alla ricerca del sostituto e il profilo del belga piace sia alla società che al probabile futuro tecnico.

“Conte, si sa, è un tipo fedele e ancora oggi, a cinque anni di distanza, sogna di allenare il gigante belga. Il quale – proprio come l’ex ct – punta a rilanciarsi nel nostro campionato. Nonostante il Manchester United l’abbia pagato 85 milioni per strapparlo all’Everton soltanto nel luglio 2017, tira aria di rottamazione per il belga che non segna dalla doppietta al Paris Saint-Germain in Champions (6 marzo) e che, partita dopo partita, è finito ai margini del progetto Solskjaer. Non è dato a sapersi se questo possa bastare per aprire uno spiraglio per una trattativa che oggi pare una specie di “mission impossible” (a referto vanno messi pure i 9 milioni che prende il belga) però resta una verità innegabile, legata al feeling tra Conte e il giocatore. E, per il principio dei vasi comunicanti, qualora (come tutto fa pensare) una volta centrata la qualificazione in Champions Jindong Zhang sbloccherà il budget necessario a convincere l’ex ct, è inevitabile pensare che – pure tra mille difficoltà – Piero Ausilio proverà a costruire l’impalcatura di un’operazione che a oggi pare complicatissima”, si legge su Tuttosport.

“L’Inter deve puntare necessariamente al top, perché andrà sostituito un attaccante in grado di segnare 123 gol con la maglia nerazzurra quale Mauro Icardi che, nonostante le strategiche dichiarazioni d’amore di Wanda, è destinato alla partenza. Se Lukaku è in cima ai sogni, la realpolitik nerazzurra porta dritta a Edin Dzeko che, oltre a essere in uscita dalla Roma, ha un contratto in scadenza nel 2020 che rende necessaria la cessione del bosniaco in estate. E l’Inter – che può garantirgli un triennale “alla Godin”, potrebbe anche offrire una decina di milioni per il centravanti che in società – da Marotta fino ad Ausilio – mette proprio tutti d’accordo. Dzeko, oltre a essere un altro attaccante che può fare al caso di Conte (già lo voleva con sé al Chelsea) per caratteristiche può bene adattarsi con Lautaro Martinez mentre per carisma ed esperienza può di certo aiutare i tanti giocatori in spogliatoio che non hanno ancora vinto niente ad acquisire quella mentalità di cui ha fatto difetto l’Inter negli ultimi anni”, spiega il quotidiano. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy