Modric, parola all’Inter: ancora “no” al Real, siamo ai mind games. E c’è la deadline

Modric, parola all’Inter: ancora “no” al Real, siamo ai mind games. E c’è la deadline

Le ultime sul possibile futuro trasferimento di Modric all’Inter

di Marco Macca, @macca_marco

Un’altra giornata in cui ansia e attesa si sono alternate, in cui si sono rincorse voci, smentite e supposizioni, tra indizi social e indiscrezioni. L’Inter e i suoi tifosi continuano a sognare e a sperare che l’affare Luka Modric possa presto sbloccarsi. Oggi, come riportato da Luca Marchetti per Sky Sport, è stata una giornata molto intensa. Fra il centrocampista croato e il Real Madrid siamo ormai ai mind games, ovvero alla partita a scacchi: in mattinata, il giocatore si è allenato da vero professionista con la squadra, mentre i suoi agenti incontravano il braccio destro di Florentino Perez, Josè Angel Sanchez. La strategia del club spagnolo è chiara, prendere più tempo possibile. E questo per due motivi: il primo, sperare che Modric, riprendendo le sue abitudini con i compagni di sempre possa ammorbidire le proprie posizioni e smussare la sua voglia di addio; il secondo, perché lunedì (fissata come possibile deadline dell’affare) ci saranno le convocazioni per la Supercoppa Europea da giocare a Tallin il 15 agosto contro l’Atletico Madrid. Se Modric dovesse rispondere alla convocazione, a quel punto mancherebbero solo due giorni per concludere la trattativa prima della fine del mercato in Italia e, dunque, tutto diventerebbe maledettamente complicato.

Secondo quanto riportato in Spagna, il Real Madrid potrebbe arrivare a offrire al giocatore ben 12-13 milioni di euro all’anno, più dei 10 promessi dall’Inter. Ma, anche secondo quanto riportato da Fabrizio Romano, Modric ha assicurato che non è una questione di soldi, ma di stimoli, anche per rispetto all’accordo preso con l’Inter: vuole una nuova sfida. L’Inter è a Madrid, ma al momento non è previsto alcun incontro con gli agenti del giocatore. I nerazzurri hanno fatto il massimo, sta a Modric liberarsi del Real per prendere un volo direzione Milano.

(Fonte: Sky Sport)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. nestore.morosin_541 - 1 settimana fa

    FLORENTINO PEREZ STA DISTRUGGENDO L’IMMAGINE DEL REAL
    Picconate a gogò: Florentino Perez sta distruggendo l’immagine del Real Madrid, la squadra più titolata al mondo. Basta non mantenere una parola data a un grande giocatore mandare a picco un palmares fatto di 13 Coppe dei Campioni/Champions League, 2 coppe Uefa/Europa League, 4 Supercoppe Uefa, 3 Coppe Intercontinentali, 3 Coppe del mondo per club, 33 scudetti, 19 Coppe del re, 1 Coppa della Liga, 10 Supercoppe di Spagna. Con il rifiuto di mantenere la parola data a Luka Modric di liberarlo da un vincolo contrattuale all’indomani della terza champions vinta col regista croato in squadra, Florentino Perez st distruggendo l’immagine del Real trasportando tutto il caso sul piano economico. Se Florentino Perez ritiene di poter comprare in modo così autoritario il “sì” di Luka Modric significa che in Spagna si ritiene davvero che il danaro possa far scorrere l’acqua all’insù.Non è così, e Florentino Perez se ne accorgerà quando i giocatori del Real vorranno ridiscutere i loro contratti, creando all’interno della titolatissima società imbarazzo e preoccupazione. Se Modric non verrà all’Inter e sarà obbligato a restare in casacca bianca, su quella casacca ci sarà sempre una macchia: quella procurata da Florentino Perez, il presidente che non mantiene, sputt…, la parola data.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio - 1 settimana fa

      Mah , andrei piano ad accusare Perez . Il fatto della presunta parola a Modric è riportato dai media , quindi valenza nessuna . Di certo c ‘ è che il croato ha un contratto e quindi Perez vuole che sia rispettato . A parti invertite che avremmo detto ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy