Nainggolan: “All’Inter perché credo nel progetto. Speravo di dare di più. A causa del FPF…”

Nainggolan: “All’Inter perché credo nel progetto. Speravo di dare di più. A causa del FPF…”

La lunga intervista che il centrocampista nerazzurro ha rilasciato al portale Nieuwsblad

di Gianni Pampinella

È una lunga intervista quella concessa da Radja Nainggolan al portale belga Nieuwsblad. Il centrocampista nerazzurro affronta vari argomenti: dalle difficoltà incontrate nella sua prima stagione all’Inter, al suo futuro.

Differenza tra lo stile di vita a Roma e a Milano.

La vita qui è assolutamente diversa rispetto a Roma. A Milano posso camminare per le strade in pace. Non era assolutamente il caso a Roma. Lì i fan sono pazzi quando vedono un giocatore della Roma in città. Le persone a Milano non sono facilmente impressionate. In breve: una bella città, dove ho trovato rapidamente il mio posto, proprio come a Roma“.

E se confronti Roma e Inter?

Francamente, la differenza tra i due club non è così grande. Entrambi cercano di colmare il divario con la Juventus con il bel calcio d’attacco. Lo stesso vale per il nostro per il Milan“.

La pressione sembra essere maggiore nelle squadre di Milano.

Personalmente non la sento in quel modo, ma ha anche a che fare con la mia personalità. Ho già messo molta pressione su me stesso, quindi non sento la pressione del pubblico o dei media. Sono comunque un vincente che vuole vincere ogni partita“.

E’ frustrante il fatto non sei riuscito a lasciare il segno nella squadra in questa stagione?

Quest’anno ci siamo comportati bene come squadra. Sembra che stiamo raggiungendo il nostro obiettivo più importante dell’anno: un biglietto per la Champions League per la prossima stagione. Naturalmente siamo usciti presto in questa stagione, ma eravamo in un gruppo con una semifinalista e la finalista (Barcellona e Tottenham, ndr). Personalmente speravo di essere in grado di dare di più alla squadra, ma a causa dell’infortunio durante la preparazione, non avrei mai potuto essere al 100%. E’ stato molto deludente, perché mi sento ancora giovane ed energico. Eppure mi sono imbattuto in un infortunio. E se ciò accade nel periodo precedente alla stagione, è generalmente noto che può essere un anno difficile. Puoi anche vederlo spesso con giocatori che hanno giocato un torneo finale, per esempio. Purtroppo mi è successo in questa stagione“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy