NERAZZURRINI – Primavera, due ko e una certezza: c’è un nuovo gioiello in rampa di lancio

NERAZZURRINI – Primavera, due ko e una certezza: c’è un nuovo gioiello in rampa di lancio

La rubrica settimanale sul settore giovanile nerazzurro

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Settimana da dimenticare per la Primavera dell’Inter, che prima perde la Supercoppa ai rigori contro il Torino, e poi subisce la prima sconfitta in campionato nel 2019 per mano della Fiorentina. Pareggio interno per la Berretti (1-1 contro la Pro Patria), torna a vincere la Berretti, che supera in rimonta l’Udinese per 2-1. Doppia vittoria sul campo del Venezia per Under 16 e Under 15, che si impongono rispettivamente 0-2 e 0-1.

PRIMAVERA – Settimana da cancellare per la formazione di Armando Madonna, costretta prima a dire addio alla Supercoppa Primavera, vinta ai rigori dal Torino, e poi a fare i conti con il primo ko del 2019 in campionato, con la Fiorentina brava e cinica a sfruttare il black out dei nerazzurri a inizio ripresa. Due sconfitte brucianti, che non devono però cancellare le certezze conquistate dalla squadra nell’ultimo periodo: in campionato, in particolare, la situazione è tutt’altro che deficitaria, con l’Inter che rimane a soli 6 punti dalla vetta (e con una gara ancora da recuperare). Tuttavia, il doppio ko lascia due certezze ad Armando Madonna per questa parte finale di stagione. La prima riguarda il ritorno a pieno ritmo di Facunco Colidio: l’attaccante argentino, tornato a disposizione dopo il Sudamericano Sub20 con l’Argentina, si è subito messo a disposizione dei compagni, entrando nella ripresa della Supercoppa e giocando da titolare contro la Fiorentina. Comprensibilmente ancora un po’ arrugginito, l’argentino può rappresentare un valore in più per la formazione nerazzurra. La seconda certezza risponde al nome di Sebastiano Esposito: il gioiellino dell’Under 17 ormai non è più una sorpresa, e si candida per un ruolo da protagonista in questa fase finale di campionato. Dopo il gol segnato nello scorso turno contro l’Udinese, l’attaccante nerazzurro si è ripetuto in Supercoppa, segnando subito dopo il suo ingresso in campo, e Madonna lo ha premiato schierandolo da titolare contro la Fiorentina, con la maglia numero 10, relegando in panchina gente come Merola, Adorante e Salcedo, e risultando ancora una volta uno dei migliori in campo. La sua qualità, unita alla sua freschezza e alla sua sfrontatezza, meritano maggior minutaggio, nonostante la concorrenza altissima nel reparto avanzato dell’Inter: a Madonna il compito di trovargli il giusto spazio.

BERRETTI – Pareggio deludente per i ragazzi di Corti, che non vanno oltre l’1-1 interno contro la Pro Patria. Ai nerazzurri non basta il rigore trasformato nel primo tempo da Vergani (sceso con la Berretti per ritrovare la form migliore dopo i numerosi problemi fisici), nella ripresa gli ospiti trovano il pareggio e portano a casa un punto tanto prezioso quanto insperato. L’Inter rimane così al quinto posto, e nella prossima giornata sfiderà la capolista Atalanta.

UNDER 17 – Torna a vincere, seppur con fatica, la formazione di Zanchetta che, dopo il rinvio della gara con il Cagliari e il pesante ko interno con il Cittadella, regola per 2-1 l’Udinese e rinsalda il primo posto in classifica. I nerazzurri, privi della stella Esposito, chiudono il primo tempo in svantaggio, ma nella ripresa riescono a ribaltare il risultato grazie a Cortinovis e a un’autorete. Da segnalare la crescita della stellina dell’Under 16 Gnonto, destinato a entrare in pianta stabile nel gruppo e a prendere il posto di Esposito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy