PAGELLE: Miranda-De Vrij, per voi è sì. Perisic-Politano, per voi è no. Bene Lautaro ma ho una richiesta

PAGELLE: Miranda-De Vrij, per voi è sì. Perisic-Politano, per voi è no. Bene Lautaro ma ho una richiesta

Le pagelle di Daniele Mari, direttore di Fcinter1908, su Rapid Vienna-Inter

di Daniele Mari, @fcin1908it

HANDANOVIC 6,5: Il Rapid tenta di essere pericoloso. Ma l’unica volta che ci riesce, trova sulla sua strada il neo-capitano dell’Inter

CEDRIC 5,5: “Non sono Cancelo”. Diciamo che ce ne siamo accorti anche senza la premessa. Giochicchia senza mai incidere veramente

DE VRIJ 7: Baluardo. Lui e Miranda tengono sempre alto il livello e non fanno passare uno spillo in area di rigore. Spesso e volentieri salvano passaggi pericolosi all’ultimo momento con guizzi importanti

MIRANDA 7: Un grande giocatore può sbagliare dei passaggi, può sbagliare delle partite. Ma non si dimentica di essere un grande giocatore. Non fa rimpiangere troppo Skriniar

ASAMOAH 6: Partita senza infamia e senza lode. Ordinaria amministrazione

VECINO 5,5: Dovrebbe dare fosforo al centrocampo, visto un Borja Valero al rientro e non esattamente brillante. Ma fa fatica a contenere e ripartire

BORJA VALERO 5,5: Dovrebbe velocizzare la manovra ma il più delle volte non ci riesce. Non che i compagni lo aiutino più di tanto

POLITANO 5: Al rientro dopo la squalifica, ti aspetti che spacchi il mondo. In realtà non regala neanche un guizzo degno di nota

NAINGGOLAN 6: Per carità, niente di trascendentale. Però sembra in evidente ripresa fisica. E per il momento ci si può accontentare, vista anche la partita di Parma

PERISIC 5: Era il più atteso. Diciamo la verità: eravamo tutti convinti che mangiasse l’erba con gli avversari dentro dopo il ‘caso Icardi’. In realtà per provarci ci prova anche. Ma gli manca proprio lo spunto. E senza quello, diventa un giocatore terribilmente normale

LAUTARO 7: Ancora una volta decisivo. Conquista il rigore, lo segna, sfiora il raddoppio e poi fa ammonire mezzo Rapid. Guizzi e garra in buona quantità. Unico neo: basta ‘vendette’ in campo, prima o poi il giallo diventa rosso con tutti quei falli di frustrazione da botte subite

CANDREVA 5,5: Un fallo che sembra più una RKO di Randy Orton in un match di wrestling che non un’entrata in un campo di calcio. E poi la ‘perla’ della punizione a due con Perisic nel finale. Non benissimo

D’AMBROSIO SV

SPALLETTI 6: Onestamente, di attenuanti ne ha tante. Quello che è successo ieri non può non aver condizionato la preparazione a questa partita. E’ aiutato dalla pochezza del Rapid, non può inventare niente perché la rosa è ridotta all’osso. Alla fine porta a casa la vittoria: il massimo possibile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy