RAI – Marotta ha preso la decisione: Antonio Conte vicino all’Inter. E ora la Juve…

RAI – Marotta ha preso la decisione: Antonio Conte vicino all’Inter. E ora la Juve…

L’indiscrezione di Rai Sport vede il salentino ad un passo dall’Inter

di Matteo Pifferi, @Pifferii

Secondo quanto riportato da Rai Sport, Antonio Conte sarebbe vicino all’Inter: stando a quanto riferito dalla redazione RAI, l’ex allenatore della Juventus e del Chelsea sarebbe l’obiettivo numero 1 e il prescelto di Marotta per il ruolo di allenatore. La scelta dei nerazzurri pare essere decisa e, qualora venisse confermata, porterebbe la Juventus a prendere altre decisioni, in quanto anche i bianconeri erano sulle tracce dell’allenatore salentino.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13422306 - 1 settimana fa

    No!!! Ma Lippi non vi ha quindi insegnato niente? Che volete che ne sappiano Marotta e Conte di Inter? Come possono insegnare quel senso di appartenenza che tanto manca oggi a (quasi) tutti? E poi Conte era quello che il 5 maggio ci prendeva per i fondelli. Scusatemi,,ma non riuscirò ad appassionarmi con questi gobbi all’Inter. Non faro più l’abbinamento Basta!! Guardate il Milan. E’ riuscito a risollevarsi dando in mano la squadra ai milanisti. E noi invece la stiamo dando agli juventini. Che pena! Fassone, Gasperini, Lippi non vi hanno allora proprio insegnato nulla. Suning poi in Cina aveva preso anche Capello come allenatore. Ricordate come e andata a finire no? E si continua a fare lo stesso errore anche adesso. Va bene la professionalità, ma un nemico storico non potrà mai appassionarsi (e far appassionare i giocatori) ai nostri colori, come (quasi) sempre qui da noi si appassioneranno solo al colore dei soldi. E io questa cosa non posso più sopportarla e neppure tollerarla. Date l’Inter agli interisti e uscitemi dalle sabbie mobili di una non appartenenza, che e’ il motivo principale delle difficoltà di squadra e società. Con Mou non a caso c’era Oriali e lui ha voluto vicino a se’ in panchina un ex giocatore interista (Beppe Baresi) proprio per fondare sull’attaccamento alla maglia l’aspetto più importante su cui costruire una squadra fortissima, su cui costruire quel triplete che è l’orgoglio di noi interisti perché vinto da interisti veri, nell’Inter e per l’Inter, prima che per loro stessi. Roberto, Barlassina (MB)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13967443 - 1 settimana fa

    Dopo l’esperienza 2010 credo che sia l’unico per il Risorgimento Neroazzurro insieme a Guardiola

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy