Rinnovo Icardi, Wanda: “La priorità è l’Inter, non c’è fretta. Ma dallo spogliatoio escono cattiverie”

Rinnovo Icardi, Wanda: “La priorità è l’Inter, non c’è fretta. Ma dallo spogliatoio escono cattiverie”

Così Wanda Nara sulla situazione del marito Mauro Icardi

di Marco Macca, @macca_marco

Sabato sera, l’Inter ha conquistato la sua prima vittoria in Serie A di questo 2019. Tre punti di fondamentale importanza nella corsa Champions dei nerazzurri, riusciti a portare a casa una vittoria altamente significativa in un momento difficile come questo. Una risposta importante e non solo per la vittoria, ma anche la prestazione fornita dai nerazzurri (soprattutto nel secondo tempo), che ha denotato grande compattezza della squadra, unita e con fiducia ancora intatta in Luciano Spalletti nonostante le voci delle ultime settimane. Tre punti arrivati grazie a una zampata da grande attaccante di Lautaro Martinez, che con il suo gol ha fatto passare un po’ in secondo piano la serata nuovamente storta di Mauro Icardi, a digiuno da sette partite (in nerazzurro non gli era mai successo) e, secondo Luciano Spalletti, distratto dalle ultime vicende che lo hanno coinvolto, ovvero quelle relative alla trattativa infinita per il suo rinnovo di contratto. Direttamente dagli studi di Tiki Taka, dell’argomento ha parlato Wanda Nara, moglie e agente dell’attaccante argentino, che ha detto:

Spalletti ce l’ha con me? No, no. In tanti mi hanno scritto chiedendomi se Spalletti ce l’avesse con me. Lo chiarisco per l’ennesima volta: non ho parlato per il rinnovo, quando la società mi ha chiamato era per conoscersi meglio e per parlare di altre cose. Si sono dette tante cavolate, tipo quella della multa inesistente. Vorrei che Mauro fosse più tutelato dalla squadra, perché a volte escono delle cattiverie da dentro. La priorità è l’Inter: non ho mai chiamato l’Inter per chiedere un rinnovo. Non abbiamo nessuna fretta, ci sono ancora due anni di contratto. Crisi di Icardi? Stiamo parlando del niente, i suoi gol li ha sempre fatti. Lautaro? Ha fatto gol anche per un grande movimento di Mauro, che è stato servito poco in questo periodo. Magari Spalletti poteva mettere prima Martinez. Spalletti approfitti del fatto che Mauro e Lautaro sono amici, fra loro non c’è rivalità“.

(Fonte: Tiki Taka)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy