VERSIONE MOBILE
Martedì 31 Marzo 2015      
 
 
  COPERTINA
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport

Stramaccioni: "Juan, bella partita. Ho sostituito Sneijder perché..."

16.09.2012 22:53 di Eva A. Provenzano Twitter: @EvaAProvenzano articolo letto 8055 volte
Fonte: sky-fcinter1908.it

Ha colto tutti contropiede con una formazione a sorpresa. Un 4-4-1-1 con il solo Sneijder ad ispirare Milito. Lascia Cassano in panchina contro tutte le previsioni e dà a Ranocchia e Juan Jesus la possibilità di mettersi in mostra in mezzo alla difesa.

Andrea Stramaccioni se la gioca e i suoi uomini gli danno ragione: il Principe fa gol dalla distanza, FantAntonio entra nel secondo tempo e risponde presente dando così un calcio alle chiacchiere da bar che hanno caratterizzato le scorse settimane. A Torino serviva vincere per stare alle costole a Juve, Napoli e Lazio là davanti a nove punti: missione compiuta! Alla fine della partita dell'Olimpico l'allenatore nerazzurro parla ai microfoni di SkySport. Vi riportiamo le sue parole: 

DOVE SI E' VINTO - "Abbiamo preparato una partita precisa , l'Inter cercava di giocare con la palla tra i piedi, finchè ci siamo riusciti abbiamo fatto bene. Poi abbiamo perso per stanchezza palloni pericolosi e l'inerzia della gara era un tantino cambiata".

AUTOSTIMA - "Era importante tornare a vincere subito e rimanere aggangiati alla vetta. Questo è un campo difficile e il Torino è in forma, una vittoria molto importante per noi".

WES E ANTONIO - "Per me è importantissimo, Wes le partite le vuole finire tutte. Io ho fatto le mie valutazioni, ha giocato anche con la Nazionale e quello era il migliore momento del Toro e ho voluto dare un messaggio alla mia squadra. Mettendo in campo Cassano ho fatto entrare un attaccante vero, non dovevano schiacciarci". 

FATTORE SAN SIRO - "La sconfitta pesante è quella con la Roma. Non aver vinto davanti ai nostri tifosi mi pesa. Nonostante quello che si dice, e se ne sono sentite di tutti i colori, loro erano lì per noi e a fine gara li abbiamo ringraziati per la pazienza. Adesso aspettiamo la prossima gara in EL". 

DIFESA - "Avevo sentito il dito puntato contro gli errori individuali dei nostri. La fase di non possesso è fatta però da dieci giocatori e abbiamo lavorato tanto in questa settimana. Forse qualcuno ha avuto dubbi su Juan quando l'ha visto in formazione, ma lui in settimana aveva fatto benissimo...".

PIU' SQUADRA - "Si, lo siamo stati di più. E ho battuto su questo. Ho visto i miei concentrati sui loro compiti e questo rende tutto più facile. Nella fase in cui abbiamo perso più palloni la gara poteva cambiare, ma poi è entrato Gargano e le cose sono migliorate. Forse c'era qualcuno stanco, ma è stata una gara dispendiosa". 

CENTRALI - "Abbiamo fatto la scelta di giocare il due contro due centrale, loro giocano sul filo del fuorigioco, abbiamo cercato di impedire al Torino di giocare come volevano. Anche gli esterni sono stati bravi e loro non sono mai stati pericolosi...".

SEGNALI ALLE ALTRE - "Siamo una squadra unita, lavoriamo tutti nella stessa direzione. Non vogliamo dare segnali a nessuno non parliamo di niente. Io non mi sono buttato giù dopo la sconfitta con la Roma e non mi esalto adesso". 

CAMBIASSO - "Per avere superiorità nella circolazione ho mandato Cambiasso a costruire, ad impostare insieme a Juan e Ranocchia e questo ha fatto stancare i due attaccanti del Toro che pressavano i tre dietro". 


Altre notizie - Copertina
Altre notizie
INTER IN CORSA PER LO SCUDETTO NEL 2015/16: CI CREDETE?
  
  

 
Juventus 67
 
Roma 53
 
Lazio 52
 
Sampdoria 48
 
Napoli 47
 
Fiorentina 46
 
Torino 39
 
Milan 38
 
Inter 37
 
Genoa (-1) 37
 
Palermo 35
 
Empoli 33
 
Udinese (-1) 33
 
Chievo Verona 32
 
Sassuolo 32
 
Hellas Verona 32
 
Atalanta 26
 
Cagliari 21
 
Cesena 21
 
Parma (-2) 9*
Penalizzazioni
 
Parma -3

Per la prima volta dopo tanto tempo non c'è stata alcuna ribellione consistente nei confronti della pausa delle nazionali, che è stata quasi accolta alla stregua di un toccasana. Per la prima volta sui social non si è parlato in maniera categorica di...
Roy Hodgson, durante la conferenza stampa alla vigilia di Italia-Inghilterra, ha parlato anche del suo passato all'Inter, un passato che ricorda sempre con piacere, in particolar modo la sua amicizia con Giacinto Facchetti, "un uomo che ha significato tantissimo per...

PALACIO È TORNATO A FARE GOL E ORA VUOLE IL RINNOVO: ECCO I TEMPI PER LA DECISIONE

Dopo un inizio di stagione molto complicato, anche a causa della mancata preparazione a seguito del Mondiale che gli aveva lasciato una caviglia in disordine, ora Rodrigo Palacio si è ripreso l’Inter e la fiducia di Roberto Mancini. Ora che il Trenza sta...

FCIN1908 - ICARDI, L'INTER È IN STAND-BY: DOPO L'INTESA DI MASSIMA LA PAUSA PER...

Il futuro di Mauro Icardi resta ancora tutto da definire. Nulla si è mosso riguardo il rinnovo di contratto con i nerazzurri; dopo l'incontro avvenuto alla fine di febbraio tra la dirigenza dell' Inter e l'entourage del giocatore...

POGBA, IL BARCELLONA LO VUOLE A TUTTI I COSTI E TENTA UN ESCAMOTAGE

Il Barcellona vuole Paul Pogba ma deve fare i conti con il blocco del mercato FIFA (fino al 2016), pertanto vorrebbe ottenere già da ora la parola della Juventus e del centrocampista francese in vista del prossimo anno. Una manovra di mercato permessa dal...

VIDEO / TANTI AUGURI MORIERO: FECE INNAMORARE GLI INTERISTI CON GOL MAI BANALI

Mai banale. Compie gli anni oggi Francesco Moriero, autentico protagonista con la maglia nerazzurra durante il periodo di Gigi Simoni sulla panchina interista. L'esterno salentino nel 97'-98' fu uno degli artefici nella vittoria della Coppa Uefa. Suo uno dei...

GATTUSO: «MILAN, SONO PERPLESSO. INZAGHI SCELTA AFFRETTATA, FARE L'ALLENATORE...»

L'ex rossonero Rino Gattuso ha parlato del momento negativo del Milan: «Prima si giocava sempre, tutto il giorno, almeno a livello giovanile e si imparava dai più grandi. C'erano un sacco di campioni, all'estero c'è una...

INTER AL LAVORO IN ATTESA DEI NAZIONALI. KOVACIC IN DUBBIO PER IL PARMA?

L’Inter è tornata ad allenarsi   e tra oggi e domani dovrebbero rientrare tutti i nazionali. Ieri è stata la volta di Medel e Handanovic mentre oggi si aggregheranno Brozovic, Podolsk e Kovacic che però porterà con sé un...
   FC Inter 1908 Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.