Thohir: “Priorità agli Asian Games, ho chiesto di lasciare l’Inter. Con Suning budget triplicato”

Thohir: “Priorità agli Asian Games, ho chiesto di lasciare l’Inter. Con Suning budget triplicato”

Il presidente annuncia il possibile addio

5 commenti

Erick Thohir, intervistato dal quotidiano indonesiano Tempo, ha parlato della decisione di cedere l’Inter a Suning, con tanto di bilancio e prospettive future: “La competizione tra club sta aumentando sempre di più in Europa. L’acquisto e la vendita di giocatori vale tantissimi soldi, avevo bisogno di un partner, che è attivo già nel calcio cinese tra l’altro. Tra l’altro l’Inter ha 250 milioni di tifosi nel mondo, più di 100 in Cina. E’ stato anche il primo club ad andare in Cina nel 1974. Quando Suning ha fatto l’offerta ho pensato che fosse vantaggiosa economicamente. Per me ma anche per il club. La prova di questo è che il budget del club ora è triplicato”.

ADDIO“In effetti, i Giochi Asiatici mi hanno costretto a lasciare molti incarichi, tranne quelli di presidente di ANTV e dell’Inter. Non posso lasciare l’Inter in quanto vietato dagli azionisti. Andavo ogni mese a Milano, ora l’ultima volta è stata ad aprile. Incontrerò la squadra  a Singapore, in occasione della partita della ICC contro il Bayern Monaco il 27 luglio. Il giorno dopo tornerò subito a Giacarta. Ho proposto di uscire dall’Inter durante l’ultimo incontro con gli azionisti, ho detto loro che non potevo più essere così presente a causa degli Asian Games. Ma loro hanno detto che andava bene. C’è il supporto di Suning:  Liu Jun, il Ceo di Suning, e Steven Zhang, figlio del proprietario, sono sempre a Milano. Ma hanno detto che hanno bisogno della mia visione sull’Inter. Ma non so se ci saranno cambiamenti tra tre o sei mesi. La mia priorità, chiaramente, è rivolta agli Asian Games”.

POCHI COLLOQUI“Di cosa parlo con i dirigenti? Per esempio, della vendita e dell’acquisto di calciatori. Parliamo dei nomi e io do la mia opinione. Ma non parlo più con gli allenatori come una volta. Non ho tempo”.

I RISULTATI – “Parliamo di calcio, non possiamo minimizzare il rischio. Il risultato è imprevedibile. Il Manchester United è un colosso, ha speso tanto e non è arrivato tra le prime quattro in Premier League. Nel calcio ci sono sempre alti e bassi. Ma credo che club come Inter, Juventus e Milan abbiano una gestione sostenibile perché hanno una grande storia e tantissimi tifosi, il che genera grandi introiti. I risultati? Naturalmente sono triste perché i risultati non hanno risposto alle aspettative. E sono triste anche per i tifosi. Ma questo è il calcio, ci deve essere equilibrio tra i risultati in campo e fuori dal campo”.

 

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13188603 - 2 mesi fa

    thohir ci ha salvato …adesso vediamo la potenza di fuoco di suning sperando che non sia un fuoco fatuo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. onebunn_602 - 2 mesi fa

    Ognuno la pensi come vuole ma se non c’era Thohir che prendeva l’Inter avremmo fatto la fine del Parma (e questi sono fatti non chiacchere da bar). Resta il fatto che non aveva una potenza economica alla Suning e non ha potuto fare niente di più che farci galleggiare in zona Europa League.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13130191 - 2 mesi fa

    Dite quel che volete,intanto ci ha comprato,salvato dal fallimento,sistemato con l’UEFA il FFP e ci ha rivenduto ad in colosso da 50 miliardi di dollari di fatturato guadagnandoci 70 mln.
    Giudicate voi!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. valeriosperanz_224 - 2 mesi fa

    Speriamo che Suning cui ha passato la mano, guarda caso nel periodo del mercato, non faccia quello che e’ riuscito a fare l’indonesiano l’anno scorso e cioe’ il disastro che poi si e’ ripercosso tutto l’anno e continua ancora adesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. lillo - 2 mesi fa

    Thohir non è uno stupido, come qualche anti-interista cerca di fare credere, e merita rispetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy