Giovedì 24 Aprile 2014      
 
 
  EDITORIALE

La Mala Educaciòn

07.04.2012 02:40 di Sabine Bertagna articolo letto 2568 volte
Fonte: FCINTER1908.IT

Se cercate una condanna esemplare venite a sbirciare in casa nostra. Ne abbiamo una per ogni occasione. Le famose tre giornate comminate a Samuel aprirono, per esempio, l'era della prova televisiva. L'allora giudice Maurizio Laudi aveva sottolineato «l'odiosità del gesto, che esprime(va) una inaccettabile forma di disprezzo nei confronti di un avversario». L'inaccettabile forma di disprezzo era uno sputo che avrebbe mirato alla schiena di Nedved. Walter dichiarerà in seguito di avere semplicemente sputato per terra. Dichiarazione che le stesse immagini non sono mai state ingrado di contraddire.
Di squalifiche, multe e ammende ce ne sono state a bizzeffe. Alcune giuste, altre meno comprensibili. Soprattutto se iniziavi a sbirciare l'erba del vicino e ti rendevi conto che per la stessa infrazione lo stesso giudice aveva fatto spallucce. Per aver mandato l'arbitro a quel paese, per esempio, si possono ricevere due giornate di squalifica o una semplice ammenda pecunaria. Dipende. Da che cosa? Beh, adesso chiedete troppo.

Educare. Sembra essere quella, la parolina magica che si nasconde dietro alle punizioni del giudice sportivo. Fare in modo che il calciatore si renda conto di essere stato scorretto e in futuro si ravveda. Mah. Il dubbio rimane. Con i cori razzisti all'indirizzo di Balotelli si era arrivati ad una situazione insostenibile. Ma nessuno aveva mai trovato il coraggio (quello vero) per girare la schiena a quei cori odiosi (spesso puniti con un minimo sindacabile giusto per) e dare l'esempio. Già, l'esempio.
A chi dovrebbero ispirarsi secondo voi i giovani calciatori di oggi? A quei campioni abituati ad accerchiare l'arbitro per intimidirlo, a quelli che si rotolano per terra sbirciando da lontano l'agognato cartellino all'indirizzo dell'avversario o a quelli che passano direttamente a efficaci mosse di kick-boxing? Il problema nasce dal regolamento, che spesso invece che essere semplicemente applicato è soggetto a strane interpretazioni. Sballa l'unità di misura, sballa ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Pensiamo a Simone Pecorini, giovanissimo della Primavera nerazzurra Campione d'Europa, che in finale ha commesso l'ingenuità di cercare un confronto verbale con l'arbitro. Sottolineiamo verbale perché nei video esaminati dell'aggressione ventilata dai referti e sanzionata dal giudice Tosel con 9 mesi di squalifica (avete letto bene, 9 mesi) non sembra esserci traccia. Il punto è molto semplice. Esiste un modo per provare questa aggressione? Perché se le prove non ci sono vogliamo capire con quale animo dovremmo accettare una squalifica lunga una stagione intera. E poi, parliamoci chiaro, lo vogliamo educare il ragazzo o stiamo cercando un modo per distruggerlo? Se davvero non esiste un modo per accertare con sicurezza un fatto dal quale potrebbe dipendere una giovanissima carriera, beh allora, avere un giudice serve ben poco. Ad applicare una giustizia sommaria siamo bravissimi anche da soli.

Twitter @SBertagna


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie
CONFERMERESTE WALTER MAZZARRI PER LA PROSSIMA STAGIONE?
  
  
  

Inter-Napoli. Subito il pensiero corre ai due protagonisti seduti sulla panchina. Protagonisti perché è come se si fossero scambiati di posto. Sembra trascorsa un'eternità da quando Rafa Benitez era l'allenatore dell'Inter. Un amore mai sbocciato,...
Il protagonista di una lunga intervista per la rubrica settimanale "Jogo Limpo", tenuta dal giornalista brasiliano di ESPN Andrè Plihal, è stato il Profeta nerazzurro Hernanes. Il numero 88 dell'Inter, in questa intensa e divertente chiacchierata con i...

INTER, GIOCATORI DA CEDERE PER FARE CASSA O IMBASTIRE TRATTATIVE. COL BARCELLONA...

Vendere per comprare, solita nenia sentita più e più volte dai tifosi nerazzurri. Sarà necessario privarsi di uno o due pezzi pregiati per comprarne altri durante il mercato estivo. Il primo nome, per appetibilità, è quello di Samir Ha...

ESCLUSIVA DS UDINESE: "WIDMER ALL'INTER? NESSUN CONTATTO MA SE LO VOLESSERO..."

Uno dei nomi che da tempo viene accostato all'Inter è quello del terzino dell'Udinese Silvan Widmer, laterale elvetico classe 1993. Fcinter1908.it, per saperne di più, ha sentito il ds dell'Udinese Cristiano Giaretta: Signor Giaretta buongiorno. ...

IL NAPOLI LAVORA A UN CLAMOROSO RITORNO

A volte ritornano. O meglio si prova a farli tornare. Stiamo parlando dei grandi ex e in questo caso del Napoli di Aurelio De Laurentiis che sogna di riportare in Campania Ezequiel Lavezzi, ormai in rotta con il Paris Saint-Germain. Il problema è rappresentato dall...

GLI INSULTI DI COSTA A ICARDI DOPO IL PRIMO GOL A MARASSI VIDEO

Niente Concordia per Costa. La partita di domenica scorsa tra Sampdoria e Inter vinta dai nerazzurri per 4-0 ha lasciato dietro di sé numerosi spunti polemici quasi tutti catalizzati dalla figura controversa di Mauro Icardi, centravanti nerazzurro autore di una doppie...

BERLUSCONI: "MILAN NON È IN VENDITA E VALE PIÙ DI 500 MLN. SULLE COSE SACRE..."

Questa mattina i tifosi rossoneri avevano sentito parlare di un'offerta di 500 mln per la cessione del Milan. Fininvest aveva già smentito e adesso, da Porta a Porta, è arrivato il no più importante, quello del presidente Berlusconi: "Il nostro ...

APPIANO - SVOLTO LAVORO SULLA FASE DIFESIVA E OFFENSIVA

Seduta di allenamento pomeridiana per l'Inter in vista della partita contro il Napoli, valida per l'anticipo della 35a giornata della serie A TIM. Nel quarto allenamento settimanale, la squadra ha lavorato sull'organizzazione della fase difensiva dedicando poi...
   FC Inter 1908 Norme sulla privacy