Sabato 19 Aprile 2014      
 
 
  EDITORIALE

La Mala Educaciòn

07.04.2012 02:40 di Sabine Bertagna articolo letto 2564 volte
Fonte: FCINTER1908.IT

Se cercate una condanna esemplare venite a sbirciare in casa nostra. Ne abbiamo una per ogni occasione. Le famose tre giornate comminate a Samuel aprirono, per esempio, l'era della prova televisiva. L'allora giudice Maurizio Laudi aveva sottolineato «l'odiosità del gesto, che esprime(va) una inaccettabile forma di disprezzo nei confronti di un avversario». L'inaccettabile forma di disprezzo era uno sputo che avrebbe mirato alla schiena di Nedved. Walter dichiarerà in seguito di avere semplicemente sputato per terra. Dichiarazione che le stesse immagini non sono mai state ingrado di contraddire.
Di squalifiche, multe e ammende ce ne sono state a bizzeffe. Alcune giuste, altre meno comprensibili. Soprattutto se iniziavi a sbirciare l'erba del vicino e ti rendevi conto che per la stessa infrazione lo stesso giudice aveva fatto spallucce. Per aver mandato l'arbitro a quel paese, per esempio, si possono ricevere due giornate di squalifica o una semplice ammenda pecunaria. Dipende. Da che cosa? Beh, adesso chiedete troppo.

Educare. Sembra essere quella, la parolina magica che si nasconde dietro alle punizioni del giudice sportivo. Fare in modo che il calciatore si renda conto di essere stato scorretto e in futuro si ravveda. Mah. Il dubbio rimane. Con i cori razzisti all'indirizzo di Balotelli si era arrivati ad una situazione insostenibile. Ma nessuno aveva mai trovato il coraggio (quello vero) per girare la schiena a quei cori odiosi (spesso puniti con un minimo sindacabile giusto per) e dare l'esempio. Già, l'esempio.
A chi dovrebbero ispirarsi secondo voi i giovani calciatori di oggi? A quei campioni abituati ad accerchiare l'arbitro per intimidirlo, a quelli che si rotolano per terra sbirciando da lontano l'agognato cartellino all'indirizzo dell'avversario o a quelli che passano direttamente a efficaci mosse di kick-boxing? Il problema nasce dal regolamento, che spesso invece che essere semplicemente applicato è soggetto a strane interpretazioni. Sballa l'unità di misura, sballa ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Pensiamo a Simone Pecorini, giovanissimo della Primavera nerazzurra Campione d'Europa, che in finale ha commesso l'ingenuità di cercare un confronto verbale con l'arbitro. Sottolineiamo verbale perché nei video esaminati dell'aggressione ventilata dai referti e sanzionata dal giudice Tosel con 9 mesi di squalifica (avete letto bene, 9 mesi) non sembra esserci traccia. Il punto è molto semplice. Esiste un modo per provare questa aggressione? Perché se le prove non ci sono vogliamo capire con quale animo dovremmo accettare una squalifica lunga una stagione intera. E poi, parliamoci chiaro, lo vogliamo educare il ragazzo o stiamo cercando un modo per distruggerlo? Se davvero non esiste un modo per accertare con sicurezza un fatto dal quale potrebbe dipendere una giovanissima carriera, beh allora, avere un giudice serve ben poco. Ad applicare una giustizia sommaria siamo bravissimi anche da soli.

Twitter @SBertagna


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie
CONFERMERESTE WALTER MAZZARRI PER LA PROSSIMA STAGIONE?
  
  
  

Tutti si chiedono quali giocatori acquisterà Erick Thohir nella sessione estiva di mercato. Quanto investirà e quali saranno i nomi designati a riportare l'Inter nelle piazze che contano. I criteri cari al presidente sono noti: un connubio tra qualit&a...
Intervistato da Tuttosport, l'ultimo arrivato in casa Inter, Hernanes, sembra già avere le idee chiare con l'auotrevolezza di un leader: "Quest’anno è stato particolare perché all’inizio c’era grande incertezza intorno al n...

TS - INTER E ROLANDO SI VOGLIONO: ECCO LA PROPOSTA PER IL RISCATTO DEL DIFENSORE

Arrivato in sordina nel mercato estivo è riuscito a ricavarsi un ruolo di primo piano nello scacchiere tattico di Mazzarri a furia di prestazioni superlative. Rolando, difensore in prestito dal Porto, spera di continuare la sua avventura in nerazzurro anche la prossim...

ESCLUSIVA DS UDINESE: "WIDMER ALL'INTER? NESSUN CONTATTO MA SE LO VOLESSERO..."

Uno dei nomi che da tempo viene accostato all'Inter è quello del terzino dell'Udinese Silvan Widmer, laterale elvetico classe 1993. Fcinter1908.it, per saperne di più, ha sentito il ds dell'Udinese Cristiano Giaretta: Signor Giaretta buongiorno. ...

MIHAJLOVIC: "IL MIO RINNOVO? DIPENDE DA TANTE COSE. A FINE ANNO..."

"Dipende da tante cose, da tutto. A fine anno ci dobbiamo incontrare e vedremo un po' tutti, dobbiamo essere fiduciosi". Così in conferenza stampa Sinisa Mihajlovic ha parlato del suo eventuale rinnovo con la Sampdoria. L'allenatore ha il contra...

GLI INSULTI DI COSTA A ICARDI DOPO IL PRIMO GOL A MARASSI VIDEO

Niente Concordia per Costa. La partita di domenica scorsa tra Sampdoria e Inter vinta dai nerazzurri per 4-0 ha lasciato dietro di sé numerosi spunti polemici quasi tutti catalizzati dalla figura controversa di Mauro Icardi, centravanti nerazzurro autore di una doppie...

GALLIANI: "ECONOMICAMENTE NON CONVIENE ANDARE IN EL MA SE NON ANDREMO..."

Adriano Galliani, a Sky, ha parlato del possibile ingresso in Europa: "Se si fanno i conti col bilancino forse non conviene entrare in Europa League ma lo dobbiamo ai nostri tifosi, ai nostri sponsor e a tutto il mondo esterno. Se non arriveremo in Europa League sar&agr...

CENTROCAMPO CONFERMATO, TRE FORFAIT E CAMPAGNARO RIENTRA IN DIFESA

Parma-Inter, partita per nulla semplice e piena di significati, che Mazzarri affronterà con la stessa formazione vista a Marassi domenica scorsa, fatta eccezione per lo squalificato Ranocchia il cui posto verrà preso da Campagnaro. Nien...
   FC Inter 1908 Norme sulla privacy