VERSIONE MOBILE
Domenica 23 Novembre 2014      
 
 
  EDITORIALE

La Mala Educaciòn

07.04.2012 02:40 di Sabine Bertagna articolo letto 2657 volte
Fonte: FCINTER1908.IT

Se cercate una condanna esemplare venite a sbirciare in casa nostra. Ne abbiamo una per ogni occasione. Le famose tre giornate comminate a Samuel aprirono, per esempio, l'era della prova televisiva. L'allora giudice Maurizio Laudi aveva sottolineato «l'odiosità del gesto, che esprime(va) una inaccettabile forma di disprezzo nei confronti di un avversario». L'inaccettabile forma di disprezzo era uno sputo che avrebbe mirato alla schiena di Nedved. Walter dichiarerà in seguito di avere semplicemente sputato per terra. Dichiarazione che le stesse immagini non sono mai state ingrado di contraddire.
Di squalifiche, multe e ammende ce ne sono state a bizzeffe. Alcune giuste, altre meno comprensibili. Soprattutto se iniziavi a sbirciare l'erba del vicino e ti rendevi conto che per la stessa infrazione lo stesso giudice aveva fatto spallucce. Per aver mandato l'arbitro a quel paese, per esempio, si possono ricevere due giornate di squalifica o una semplice ammenda pecunaria. Dipende. Da che cosa? Beh, adesso chiedete troppo.

Educare. Sembra essere quella, la parolina magica che si nasconde dietro alle punizioni del giudice sportivo. Fare in modo che il calciatore si renda conto di essere stato scorretto e in futuro si ravveda. Mah. Il dubbio rimane. Con i cori razzisti all'indirizzo di Balotelli si era arrivati ad una situazione insostenibile. Ma nessuno aveva mai trovato il coraggio (quello vero) per girare la schiena a quei cori odiosi (spesso puniti con un minimo sindacabile giusto per) e dare l'esempio. Già, l'esempio.
A chi dovrebbero ispirarsi secondo voi i giovani calciatori di oggi? A quei campioni abituati ad accerchiare l'arbitro per intimidirlo, a quelli che si rotolano per terra sbirciando da lontano l'agognato cartellino all'indirizzo dell'avversario o a quelli che passano direttamente a efficaci mosse di kick-boxing? Il problema nasce dal regolamento, che spesso invece che essere semplicemente applicato è soggetto a strane interpretazioni. Sballa l'unità di misura, sballa ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Pensiamo a Simone Pecorini, giovanissimo della Primavera nerazzurra Campione d'Europa, che in finale ha commesso l'ingenuità di cercare un confronto verbale con l'arbitro. Sottolineiamo verbale perché nei video esaminati dell'aggressione ventilata dai referti e sanzionata dal giudice Tosel con 9 mesi di squalifica (avete letto bene, 9 mesi) non sembra esserci traccia. Il punto è molto semplice. Esiste un modo per provare questa aggressione? Perché se le prove non ci sono vogliamo capire con quale animo dovremmo accettare una squalifica lunga una stagione intera. E poi, parliamoci chiaro, lo vogliamo educare il ragazzo o stiamo cercando un modo per distruggerlo? Se davvero non esiste un modo per accertare con sicurezza un fatto dal quale potrebbe dipendere una giovanissima carriera, beh allora, avere un giudice serve ben poco. Ad applicare una giustizia sommaria siamo bravissimi anche da soli.

Twitter @SBertagna


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie
THOHIR HA SCELTO MANCINI. E' LUI L'UOMO GIUSTO PER L'INTER?
  
  

 
Juventus (1) 31
 
Roma (1) 28
 
Napoli 21
 
Sampdoria 20
 
Lazio (1) 19
 
Genoa 19
 
Milan 17
 
Udinese 17
 
Inter 16
 
Hellas Verona 14
 
Fiorentina 13
 
Palermo 13
 
Torino 12
 
Sassuolo 12
 
Cagliari 10
 
Empoli 10
 
Atalanta (1) 10
 
Chievo Verona 8
 
Cesena 7
 
Parma 6

La speranza che l'arrivo del Mancio portasse una sana ventata d'aria nuova trova le prime conferme nell'intervista di Mateo Kovacic. La curiosità intorno all'ambiente nerazzurro è grande come grande è la voglia di capire come l'ambiente...
Il primo allenatore di Mauro Icardi, Jesus Hernandez, è più convinto delle qualità di Maurito, tanto da azzardare un paragone al momento piuttosto ardito: «Mauro diventerà il nuovo Cristiano Ronaldo». «Mauro aveva 9 anni, ma...

SM - INTER-ROLANDO, TRATTATIVE RAFFREDDATE. SUL PORTOGHESE ANCHE...

L'approdo di Roberto Mancini sulla panchina dell'Inter ha ulteriormente allontanato l'Inter dall'acquisto di Rolando a gennaio. Il portoghese, molto apprezzato da Walter Mazzarri, è finito, come confermano anche i colleghi di SportMediaset, sul...

ESCLUSIVA FERRI: "WM, TROPPE SCUSE. INTER HA PRESO IL TOP. TUTTI CONTRO VIDIC MA..."

In vista dell'imminente Derby della Madonnina e dopo il cambio di allenatore, FCINTER1908.IT ha chiesto un parere ad un grande della storia dell' Inter, Riccardo Ferri ex difensore dal sangue praticamente nerazzurro impegnato oggi nel progetto INTER ACADEMY...

IL MILAN VUOLE OKAKA MA SCOPRE CHE C'È ANCHE L'INTER. MA LA PISTA SI RAFFREDDA?

Arrivano conferme circa l’interesse del Milan per Okaka. Ad avvalorare questa ipotesi non va sottovalutato il fatto che, nei giorni scorsi Pazzini abbia avuto dei colloqui con la Sampdoria. La trattativa è ancora in fase embrionale ma, secondo la Gazzetta dello...

VIDEO - MEDEL, SERATA 'CALIENTE': PRIMA METTE GIÙ PEREIRA, POI A MUSO DURO CON CAVANI

Tutt'altro che amichevole per Gary Medel la sfida tra Cile e Uruguay. Il centrocampista dell'Inter, infatti, è stato ammonito a fine primo tempo per un fallo su Alvaro Pereira. Medel non l'ha presa bene e ha invitato l'ex interista ad alzarsi. Edinson...

IL MILANISTA EMIS KILLA: "MERITEREMMO NOI. VORREI BALO IN ITALIA MA NON CHE MANCINI..."

Anche Emis Killa, noto rapper di fede milanista, domani sera sarà allo stadio per sostenere i suoi beniamini. Intervistato dal Corriere della Sera, ha detto la sua sulla stracittadina meneghina: "Meriteremmo noi, ma non mi meraviglierebbero gli altri risultati....

APPIANO - TERMINATO ALLENAMENTO DELLA VIGILIA, SVOLTO LAVORO SULLA TATTICA

Sessione d'allenamento pomeridiana per l' Inter in vista del derby contro il Milan di domani. La squadra, dopo il riscaldamento, ha svolto lavoro aerobico, si è concentrata sulla tattica ed ha concluso con una partitella.
   FC Inter 1908 Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.