VERSIONE MOBILE
Martedì 23 Dicembre 2014      
 
 
  EDITORIALE

La Mala Educaciòn

07.04.2012 02:40 di Sabine Bertagna articolo letto 2664 volte
Fonte: FCINTER1908.IT

Se cercate una condanna esemplare venite a sbirciare in casa nostra. Ne abbiamo una per ogni occasione. Le famose tre giornate comminate a Samuel aprirono, per esempio, l'era della prova televisiva. L'allora giudice Maurizio Laudi aveva sottolineato «l'odiosità del gesto, che esprime(va) una inaccettabile forma di disprezzo nei confronti di un avversario». L'inaccettabile forma di disprezzo era uno sputo che avrebbe mirato alla schiena di Nedved. Walter dichiarerà in seguito di avere semplicemente sputato per terra. Dichiarazione che le stesse immagini non sono mai state ingrado di contraddire.
Di squalifiche, multe e ammende ce ne sono state a bizzeffe. Alcune giuste, altre meno comprensibili. Soprattutto se iniziavi a sbirciare l'erba del vicino e ti rendevi conto che per la stessa infrazione lo stesso giudice aveva fatto spallucce. Per aver mandato l'arbitro a quel paese, per esempio, si possono ricevere due giornate di squalifica o una semplice ammenda pecunaria. Dipende. Da che cosa? Beh, adesso chiedete troppo.

Educare. Sembra essere quella, la parolina magica che si nasconde dietro alle punizioni del giudice sportivo. Fare in modo che il calciatore si renda conto di essere stato scorretto e in futuro si ravveda. Mah. Il dubbio rimane. Con i cori razzisti all'indirizzo di Balotelli si era arrivati ad una situazione insostenibile. Ma nessuno aveva mai trovato il coraggio (quello vero) per girare la schiena a quei cori odiosi (spesso puniti con un minimo sindacabile giusto per) e dare l'esempio. Già, l'esempio.
A chi dovrebbero ispirarsi secondo voi i giovani calciatori di oggi? A quei campioni abituati ad accerchiare l'arbitro per intimidirlo, a quelli che si rotolano per terra sbirciando da lontano l'agognato cartellino all'indirizzo dell'avversario o a quelli che passano direttamente a efficaci mosse di kick-boxing? Il problema nasce dal regolamento, che spesso invece che essere semplicemente applicato è soggetto a strane interpretazioni. Sballa l'unità di misura, sballa ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Pensiamo a Simone Pecorini, giovanissimo della Primavera nerazzurra Campione d'Europa, che in finale ha commesso l'ingenuità di cercare un confronto verbale con l'arbitro. Sottolineiamo verbale perché nei video esaminati dell'aggressione ventilata dai referti e sanzionata dal giudice Tosel con 9 mesi di squalifica (avete letto bene, 9 mesi) non sembra esserci traccia. Il punto è molto semplice. Esiste un modo per provare questa aggressione? Perché se le prove non ci sono vogliamo capire con quale animo dovremmo accettare una squalifica lunga una stagione intera. E poi, parliamoci chiaro, lo vogliamo educare il ragazzo o stiamo cercando un modo per distruggerlo? Se davvero non esiste un modo per accertare con sicurezza un fatto dal quale potrebbe dipendere una giovanissima carriera, beh allora, avere un giudice serve ben poco. Ad applicare una giustizia sommaria siamo bravissimi anche da soli.

Twitter @SBertagna


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie
THOHIR HA SCELTO MANCINI. E' LUI L'UOMO GIUSTO PER L'INTER?
  
  

 
Juventus 39
 
Roma 36
 
Lazio 27
 
Napoli 27
 
Sampdoria 27
 
Genoa 26
 
Milan 25
 
Fiorentina 24
 
Udinese 22
 
Palermo 22
 
Inter 21
 
Sassuolo 20
 
Empoli 17
 
Torino 17
 
Hellas Verona 17
 
Chievo Verona 16
 
Atalanta 15
 
Cagliari 12
 
Cesena 9
 
Parma 6*
Penalizzazioni
 
Parma -1

Certi giocatori fanno semplicemente la differenza. L'Inter di oggi non può più vantare un numero di campioni come in passato. La rosa con giocatori interscambiabili nei ruoli chiave non è più una cosa fattibile. A determinare questa situazione il...
Ci siamo abituati: quando davanti rallentano, l’Inter accosta e spegne il motore. La squadra nerazzurra (per l’ennesima volta) spreca la prima frazione di gioco e perde la ghiotta occasione di riagganciare il treno europeo. Nel secondo tempo, Mancini rivede e corregge...

AUSILIO APRE: CERCI E LAVEZZI I SOGNI, TRE LE ALTERNATIVE. BALO? LA CURVA ANCORA CHIARA

Il nuovo tecnico, Roberto Mancini, sembra avere dato entusiasmo nuovo non solo ai tifosi ma anche alla dirigenza. Ovvio il riferimento al mercato e le parole di Ausilio prima della gara contro la Lazio sono inequivocabili: “Ha già dato indicazioni, ha...

ESCLUSIVA WOODFINE (LIVERPOOL): "BORINI E JOHNSON ALL'INTER? LA SITUAZIONE. COU..."

Al Wyscout di Londra, in corso di svolgimento all'Emirates Stadium, FCINTER1908.IT ha intercettato il coordinatore degli scout del Liverpool David Woodfine, al quale abbiamo chiesto un'opinione su alcuni giocatori che potrebbero cambiare maglia nelle prossime...

SKY - LA JUVE DEVE RINFORZARE LA DIFESA: ROLANDO PRIMO NOME. LE ALTERNATIVE...

Ha giocato nel Napoli e nell'Inter quindi non avrebbe problemi di ambientamento nel calcio italiano. Rolando è il nome che la Juventus sta sondando per la difesa di Allegri. Ci sono anche altre piste da quanto spiegano a Sky, per esempio quella che porta a...

VIDEO - MEDEL, SERATA 'CALIENTE': PRIMA METTE GIÙ PEREIRA, POI A MUSO DURO CON CAVANI

Tutt'altro che amichevole per Gary Medel la sfida tra Cile e Uruguay. Il centrocampista dell'Inter, infatti, è stato ammonito a fine primo tempo per un fallo su Alvaro Pereira. Medel non l'ha presa bene e ha invitato l'ex interista ad alzarsi. Edinson...

CORSERA - SUMMIT DI MERCATO GALLIANI-INZAGHI: VIA TORRES. SCAMBIO CON CERCI?

Un vertice di mercato tra Galliani e Inzaghi sembra aver decretato che il Milan cederà Torres a gennaio. Il Corriere della Sera scrive: "Il mercato apre il 5 gennaio (il giorno in cui Galliani tornerà dal Brasile) ma chiude il 2 febbraio, e...

IL MEAZZA FA COSÌ PAURA? NON SI VINCE DAL 29 OTTOBRE E LO SCORE NON È DA INTER

L'Inter, chiude il 2014 con un pareggio casalingo per 2-2. La squadra di Mancini,peraltro, continua a rimandare il successo tra le mura del Meazza in quanto l'ultima vittoria, 1-0 alla Sampdoria, risale al lontano 29 ottobre. Da allora di acqua sotto i ponti ne...
   FC Inter 1908 Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.