VERSIONE MOBILE
Martedì 31 Marzo 2015      
 
 
  EDITORIALE
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Restaurazione in corso

01.07.2011 00:03 di Sabine Bertagna articolo letto 6643 volte
Fonte: Fcinter1908.it

Alla voce faccia pulita trovate la sua. Lui, Fabio Cannavaro, più di ogni altro è il simbolo della nostra Italia. Il Capitano con la C maiuscola. Quella C non si è abbassata di vergogna davanti a nulla.

Non davanti alle immagini raccapriccianti della flebo che si iniettò prima di Parma-Marsiglia, sorridente e felice. "Non è doping, ma solo una flebo di un farmaco che non è nella lista del doping. Il Neoton è un ricostituente che si fa ogni tanto quando arriva la stanchezza, ma è una cosa normale." E la stanchezza arrivava quando uno meno se lo aspettava. Di solito prima dell'inizio della partita. Il Neoton, comunque, non è un integratore ma un farmaco che viene somministrato ai cardiopatici. Giusto per essere precisi.

Non davanti alle prove della sua slealtà sportiva. Quella autenticata dalle intercettazioni (sempre quelle) di Calciopoli (sempre quella) che ci spiegarono come un giocatore forte come lui potesse improvvisamente essersi trasformato in una pippa (è il suo anno) non appena indossata la maglia a strisce nerazzurre. Lui in realtà voleva andare altrove. E sul come farlo, svalutandosi, gli venne in aiuto Moggi. Ecco una telefonata piuttosto rappresentativa.

Moggi chiama Fabio Cannavaro e un terzo uomo
Moggi: "Allora lo possiamo fare anche oggi: fai chiamà Ghelzi (Ghelfi vicepresidente Inter), gli dici che
vuole andà via".
Cannavaro: "Come?"
M: "Fai chiamare Ghelzi, ooh.. come si chiama là, brindellone alto... il Presidente!"
C: "Facchetti"
M: "Facchetti. Fai chiamare Ghelzi e Ghelzi lo farà. Gli dici: guarda, io voglio andà via perché non sò
considerato dall'allenatore e stop".
(...)
M: "Dagli una telefonata di brutto, dai! Poi richiamami, dai!"

Per inciso il "brindellone" era Facchetti, quello che secondo alcuni telefonava al pari di qualcun altro. Ma Fabio Cannavaro non ci sta. Lui che fa parte del partito sonosempre29" dichiara: "Gli scudetti? Sento di averli vinti sul campo. Moggi? Erano tutti amici del nostro direttore, erano tutti contenti". Tutti felici e contenti. A parte le parti lese, ovviamente. Che in questo preciso istante mi sfuggono. Chi era la parte lesa in questa vicenda?

Non davanti all'ignoranza. "Gomorra? Nuoce all'Italia." Cioè, Fabio Cannavaro tu ci stai dicendo che il film-reportage che denuncia la camorra nuoce all'Italia? In quale misura? E a chi esattamente nuoce Gomorra? E' di oggi la notizia che ai locali della catena di ristorazione Regina Margherita sono stati messi i sigilli. Sotto sequestro anche le quote societarie appartenenti a Cannavaro che a questo proposito ha prontamente dichiarato:"Non so da chi ho comprato le quote". L'ex-difensore bianconero non è tra gli indagati. L'indagine riguarda presunti usure e riciclaggi camorristici.

Quella C, insomma, è sopravvissuta a tante, troppe cose. Non è un caso. O forse sono solo semplici coincidenze. Certo è che davanti a fatti più o meno evidenti lui ha sempre una scusa pronta. Un ottimo alibi. Una tenace capacità di riciclarsi. In perfetto Italian Style. Lui è uno di quelli che ha sempre negato l'esistenza di Calciopoli. Una pura invenzione. E Moggi era solo un pochino più furbo degli altri. Ecco, revocare quello scudetto - e sto pensando a Facchetti considerato uno sciocco del quale prendersi gioco - vorrebbe dire tante cose. Oltre a punire "politicamente" una squadra rea di essersi forgiata del titolo di onesta vorrebbe dire soprattutto un'altra cosa. Vorrebbe dire dare ragione a quelli come lui. Che grazie a quella faccia pulita in un modo o nell'altro si salvano e la fanno franca. Sempre.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie
INTER IN CORSA PER LO SCUDETTO NEL 2015/16: CI CREDETE?
  
  

 
Juventus 67
 
Roma 53
 
Lazio 52
 
Sampdoria 48
 
Napoli 47
 
Fiorentina 46
 
Torino 39
 
Milan 38
 
Inter 37
 
Genoa (-1) 37
 
Palermo 35
 
Empoli 33
 
Udinese (-1) 33
 
Chievo Verona 32
 
Sassuolo 32
 
Hellas Verona 32
 
Atalanta 26
 
Cagliari 21
 
Cesena 21
 
Parma (-2) 9*
Penalizzazioni
 
Parma -3

Per la prima volta dopo tanto tempo non c'è stata alcuna ribellione consistente nei confronti della pausa delle nazionali, che è stata quasi accolta alla stregua di un toccasana. Per la prima volta sui social non si è parlato in maniera categorica di...
Parla del suo amico Kovacic e di Inter, Marcelo Brozovic, nella sua intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport: “Kovacic resterà all’Inter? Sicuro,  resta con noi in nerazzurro (e spalanca il sorriso, ndr). Mateo è forte e con la Norvegia non...

PALACIO È TORNATO A FARE GOL E ORA VUOLE IL RINNOVO: ECCO I TEMPI PER LA DECISIONE

Dopo un inizio di stagione molto complicato, anche a causa della mancata preparazione a seguito del Mondiale che gli aveva lasciato una caviglia in disordine, ora Rodrigo Palacio si è ripreso l’Inter e la fiducia di Roberto Mancini. Ora che il Trenza sta...

FCIN1908 - ICARDI, L'INTER È IN STAND-BY: DOPO L'INTESA DI MASSIMA LA PAUSA PER...

Il futuro di Mauro Icardi resta ancora tutto da definire. Nulla si è mosso riguardo il rinnovo di contratto con i nerazzurri; dopo l'incontro avvenuto alla fine di febbraio tra la dirigenza dell' Inter e l'entourage del giocatore...

LA ROMA BLOCCA UN FEDELISSIMO DI GARCIA A COSTO ZERO

La Roma avrebbe bloccato il centrocampista Rio Mavuba, giocatore già allenato da Garcia con il Lille. Dopo sette anni di militanza con la maglia della squadra è pronto all'addio: per lui non è arrivato il rinnovo di contratto con la squadra...

VIDEO / OSVALDO A DESÁBATO: «MANGIA L'ERBA ASINO». CHE RISPOSTA DEL DIFENSORE!

Duello rusticano tra Pablo Daniel Osvaldo e Leandro Desábato durante l'ultima partita di campionato argentino tra Boca ed Estudiantes. Sono volati calci, spintoni, parole tra i due. Lo scontro è culminato alla mezz'ora del primo tempo, quando dopo...

GATTUSO: «MILAN, SONO PERPLESSO. INZAGHI SCELTA AFFRETTATA, FARE L'ALLENATORE...»

L'ex rossonero Rino Gattuso ha parlato del momento negativo del Milan: «Prima si giocava sempre, tutto il giorno, almeno a livello giovanile e si imparava dai più grandi. C'erano un sacco di campioni, all'estero c'è una...

INTER AL LAVORO IN ATTESA DEI NAZIONALI. KOVACIC IN DUBBIO PER IL PARMA?

L’Inter è tornata ad allenarsi nella  e tra oggi e domani dovrebbero rientrare tutti i nazionali. Ieri è stata la volta di Medel e Handanovic mentre oggi si aggregheranno Brozovic, Podolsk e Kovacic che però porterà con sé un...
   FC Inter 1908 Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.