ESCLUSIVA RECALCATI PER CALCIO2000: MAICON: “BALOTELLI E PATO? VOTO BALO, MA PATO E’ UN GRANDE ATTACCANTE”.

ESCLUSIVA RECALCATI PER CALCIO2000: MAICON: “BALOTELLI E PATO? VOTO BALO, MA PATO E’ UN GRANDE ATTACCANTE”.

Commenta per primo!

Maicon, il piu’ forte terzino destro del Mondo, non parlava da tempo alla stampa. Lo ha voluto fare con Christian Recalcati, in esclusiva per Calcio2000, mensile diretto da Fabrizio Ponciroli. Il brasiliano si è soffermato su Balotelli, Pato, la nascita del suo ruolo e su tanti altri argomenti, tra i quali il mondiale, il suo Brasile e si sbilancia sulle possibili squadre vincenti…L’intervista integrale la potrete trovare da domani in tutte le edicole solo ed esclusivamente su Calcio 2000.

Cosa prova Maicon quando legge sui giornale o si sente dire di essere il “Miglior terzino destro del Mondo“Non ci sono parole per descrivere l’emozione e l’orgoglio nel sentirmi rivolgere questa frase. Questa frase mi carica e mi da la fiducia per continuare, per andare avanti, per lavorare e per cercare di dare sempre il meglio, per me, per la gente e per l’Inter. Non smetterò di lavorare per cercare di dare ancor di più e ripagare tutti quelli che credono in me”.

Stiamo parlando ed elogiandoti come esterno. Una curiosità: è sempre stato il tuo ruolo?
“Assolutamente no. Giocavo a centrocampo, ero un centrocampista. Non pensavo di poter giocare da esterno destro di difesa, e se sono arrivato a farlo, e anche in maniera discreta, devo tutto a mio padre. Prima di entrare nel Mondo del calcio che conta, giocavo nel Criciuma, squadra brasiliana allenata da mio padre. Durante una gara, si infortuna il nostro terzino destro, mio papà mi chiama a se e mi dice: “Gioca tu da laterale, so che puoi dare molto e che puoi farcela”. Mi impegnai in un ruolo non mio, ma mi trovai a mio agio, tanto che l’allenatore mi schierò, da quel momento, sempre e solo in quella posizione. Forse, e sottolineo forse, ci ha visto lungo. Grazie papà”.

Ti faccio due nomi: Balotelli e Pato
“Due giovani straordinari. Essere catapultati dal nulla in due grandi club non è facile. Loro stanno facendo bene perché sono due autentici “campioncini”. Chi è meglio tra i due? Dico Balotelli, anche perché ci gioco insieme. Pato è comunque un grande attaccante e farà sempre meglio”.

Tra qualche mese comincia il Mondiale. Come vedi il tuo Brasile? Qual è la squadra che ti fa più paura? La Spagna, l’Italia o ci potrebbero essere sorprese?
“Ci siamo qualificati molto bene per i prossimi Mondiali. Ci sono tantissime squadre che possono far molto bene. Ricordi la Spagna, Campione d’Europa, e fai molto bene, perché ci giorno dei grandissimi campioni, ma non dimentico l’Inghilterra e sono sicuro, come sempre, che ci saranno outsider che ci faranno penare. In un Mondiale non ci sono squadre materasso, non esistono proprio”.

Quale regalo vuole Maicon per Natale?
“Non c’è domanda più semplice. Rimanere in testa alla classifica anche dopo la gara contro la Lazio, e poi partire per il Brasile con la mia famiglia, per festeggiare, al meglio, questa importante festa”.

Un saluto ai tifosi nerazzurri?
“Siete fantastici. Buon Natale a tutti”.

L’intervista integrale la trovate su calcio2000, in tutte le edicole, a partire da domani 15 dicembre 2009
 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy