INTER: TONI E VAN NISTELROOY PIU’ DI SEMPLICI IDEE

INTER: TONI E VAN NISTELROOY PIU’ DI SEMPLICI IDEE

Commenta per primo!

In casa nerazzurra, Luca Toni è più di una semplice idea. L’attaccante tornerà in Italia, vuole il Mondiale e vuole giocare, ma non avrebbe intenzione di accettare Roma o Napoli, nonostante stimi le squadre e le città. Il calciatore del Bayern, vorrebbe cercare di vincere qualche cosa di importante negli ultimi anni della sua carriera. Milan e Juventus hanno un reparto offensivo valido. I rossoneri presentano in rosa: Pato, Ronaldinho, Borriello, Inzaghi e il ritrovato Huntelaar, mentre il team di “Vinovo”: Amauri, Trezeguet, Del Piero, Giovinco e Iaquinta. Il club di Massimo Moratti ha in avanti giocatori di spessore quali Balotelli, Eto’o e Milito, a questi si dovrebbe aggiungere Pandev (che non gioca però una partita ufficiale da maggio), ma i ragazzi di Mourinho sanno che a breve perderanno, per la Coppa d’Africa il camerunense, e che una variante come una torre, che all’Inter manca, è un’idea che stuzzica la mente del tecnico di Setubal. Partita difficile con squadre chiuse? Invece dei cm di Materazzi o Vieira, si possono cercare quelli di un attaccante vero, e come sottolineato in precedenza, l’arma del colpo di testa potrebbe risultare qualche cosa in più per il team nerazzurro. L’attuale attaccante del Bayern Monaco arriverebbe in prestito per 6 mesi. L’Inter verserebbe nella casse del team di Rummenigge (ottimi rapporti tra i club) solo parte dello stipendi del calciatore, si parla 2 milioni di euro netti. Toni ha giocato in Champions, ma Mourinho, come fece Ronaldo quando arrivò al Milan via Madrid, vorrebbe usare l’italiano in campionato per dare fiato agli attuali calciatori, in vista delle sfide di primo piano e di Champions League. L’alternativa si chiama Ruud Van Nistelrooy, prestito semestrale, costo dell’ingaggio da versare, 3 milioni di euro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy