Abisso, 10 minuti l’hanno portato all’incredibile errore: “Aveva voglia di rivalsa perché…”

Abisso, 10 minuti l’hanno portato all’incredibile errore: “Aveva voglia di rivalsa perché…”

La Gazzetta dello Sport cerca di ricostruire come l’arbitro Abisso abbia potuto concedere il rigore alla Fiorentina contro l’Inter

di Redazione1908

Come ha fatto l’arbitro Abisso a concedere il rigore inesistente che ha consentito alla Fiorentina di pareggiare la gara contro l’Inter? La Gazzetta dello Sport prova a ricostruire gli eventi:

“Nella ripresa, tra il 5’ e il 15’, i dieci minuti che hanno definitivamente indirizzato la gara di Abisso, spingendola verso una china pericolosa. Prima il braccio da rigore di Fernandes, una svista abbastanza grave, ma con l’attenuante di aver la visuale coperta; poi il calcetto di Muriel a D’Ambrosio che ha vanificato la rete di Biraghi, una svista colossale anche perché era in ottima posizione.

Con questo fardello, Abisso è arrivato al 96’, al cospetto dell’episodio più eclatante della partita, con un mix di insicurezza e, probabilmente, spirito di rivalsa. A velocità normale, non ha avuto esitazioni: per lui l’intervento di D’Ambrosio era da rigore.

Già questa una scelta discutibile, perché l’interista era molto vicino a Chiesa e il braccio aderente al corpo. Ma è davvero inspiegabile che al direttore di gara siciliano la review suggeritagli da Fabbri (bravo) non abbia trasmesso le certezze che ha avuto il resto d’Italia: la palla ha colpito prima il petto e non sposta nulla per il regolamento se successivamente sia scivolata o meno lungo il braccio di D’Ambrosio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy