ETO’O E MILITO RISPONDONO A IBRA. NAPOLI BATTUTO 3-1. LE PAGELLE E I GIUDIZI

ETO’O E MILITO RISPONDONO A IBRA. NAPOLI BATTUTO 3-1. LE PAGELLE E I GIUDIZI

Commenta per primo!

Se il Barcellona ha impiegato 26 minuti a sistemare la pratica Racing Santander, l’Inter ne impiega cinque per sistemare quella Napoli. Se Ibra ha dato spettacolo in coppia con Messi, Eto’o ha dato spettacolo in coppia con Milito. Prima il camerunense al terzo, dopo un colpo di testa di Samuel sfiorato da Milito e Cambiasso, poi lo stesso Milito al quinto, scattato forse in leggero fuorigioco dopo un’azione dominante di Maicon, hanno schiantato il Napoli e regalato la vetta della classifica all’Inter. Nel primo tempo i partenopei sono stati annichiliti e il terzo gol di Lucio è stato solo la logica conseguenza di questo dominio. La rete di Lavezzi al 38′ ha illuso qualcuno che ci fosse ancora una partita, illusione svanita ad inizio ripresa, quando ci si è resi conto che il Napoli non era in grado di rientrare nel match. Un secondo tempo assolutamente irrilevante dal punto di vista tecnico, con l’Inter padrona del campo e i ragazzi di Donadoni già con la testa alla partita di domenica. E in attesa della Juve, i ragazzi della Nord potranno riprendere a chiamare l’Inter come hanno fatto negli ultimi anni: la capolista.

LE PAGELLE:

Julio Cesar 6: Incolpevole sul gol di Lavezzi, non è chiamato a fare grandi interventi ma la sicurezza al reparto è garantita.

Maicon 8: Disumano. Qualcuno parla ancora di sfida con Daniel Alves per il ruolo di terzino titolare del Brasile. Si prega di impacchettare e consegnare a questi signori la partita di stasera.

Lucio 7: E’ da inizio anno che sfiora il gol (già in Supercoppa). Oggi lo trova, e ci aggiunge la solita sicurezza dietro.

Samuel 7: The Wall è tornato e l’intesa con Lucio è addirittura sorprendente. Insuperabile.

Chivu 6: Dalla sua parte spesso si trova a dover fronteggiare sia Maggio che Lavezzi e, per questo, spinge poco. Se poi dall’altra parte c’è Maicon il confronto diventa persino ingeneroso.

Zanetti 6: Quando il Capitano non è chiamato a fare gli straordinari significa che la gara è andata via abbastanza liscia. E’ il caso di stasera.

Stankovic 7: In questo momento imprescindibile. Interno, mediano basso, trequartista. Dove lo metti sta. E gioca alla grande.

Cambiasso 6,5: Dopo il recupero lampo l’impressione è che anche ad entrare in forma ci metterà meno del previsto. Altro giocatore rispetto a Cagliari.

Sneijder 5,5: E’ a Milano da un mese e non si può pretendere che le prestazioni ricalchino sempre quella del derby. Però sbaglia ancora troppi appoggi in momenti clou.

Eto’o 7,5: Segna di rapina e nessuno si stupisce. Ma chi non vedeva la Liga strabuzza gli occhi quando lo vede correre avanti e indietro per 90 minuti, pressando continuamente chi abbia una maglia diversa dalla sua. Una furia

Milito 8: Qualcuno dovrà, prima o poi, spiegare come sia possibile che questo giocatore pazzesco abbia esordito in Champions League la settimana scorsa. Alle sue doti di bomber spietato abbina una tecnica da rifinitore. Giocatore sensazionale per completezza e umiltà.

Muntari 6: Sbaglia subito un paio di appoggi, ma si regala un tunnel che lo fa riappacificare con San Siro.

Cordoba e Mancini sv.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy