Fatturati, Inter e Juve a confronto: Suning chiude il gap, ecco come. Bianconeri costano il doppio

Fatturati, Inter e Juve a confronto: Suning chiude il gap, ecco come. Bianconeri costano il doppio

L’Inter lavora per avvicinarsi alla Juve, non solo sul campo

di Redazione1908

Inter e Juventus sono pronte a darsi battaglia. Venerdì, in campo. Ma in futuro anche sul mercato e sul tema del fatturato, sempre più decisivo per la costruzione di una grande squadra. Ma qual è la situazione attuale? Suning sta lavorando alacremente per chiudere il gap con i bianconeri, che in questo momento fatturano poco più di 110 milioni più dei nerazzurri, al netto delle plusvalenze. Ecco il confronto tra i due fatturati, sottolineato da Goal.com nell’approfondimento di Marco Bellinazzo:

INTERIl fatturato complessivo dell’Inter, incluso l’effetto del player trading, è stato al 30 giugno 2018 pari a 346,9 milioni, in crescita del 9% circa rispetto all’esercizio precedente. Un livello record che ha superato anche quello della stagione 2009/10, quella del Triplete, quando il club aveva avuto 323,5 milioni di ricavi. I ricavi operativi (escluso quindi il player trading) sono stati pari a 287 milioni.

JUVENel bilancio al 30 giugno 2018 la Juventus ha registrato entrate totali per 504 milioni di euro (poco più di 400 milioni al netto delle plusvalenze da calciomercato) contro i 562 milioni del 2017.

L’Inter sta lavorando fortissimo sui regional sponsor, in particolare quelli asiatici, ma è sul versante stadio che i nerazzurri potranno ambire a chiudere il divario con i bianconeri, che già sfruttano al massimo la potenzialità dell’Allianz Stadium

RICAVI INTER – Sul fronte dei ricavi per i nerazzurri va segnalato il boom di quelli commerciali saliti a 130,3 milioni (+16% ), spinti dai “regional sponsor” in Cina e Asia promossi da Suning. I diritti tv nazionali hanno fruttato 80 milioni e lo stadio 33 milioni circa.

RICAVI JUVE – Alla voce matchday revenues, i bianconeri hanno ottenuto nella stagione 2017/18 56,4 milioni. Sul fronte dei proventi televisivi, nel 2018, la Juve ha incamerato 200,2 milioni, 122 dall’Italia e 78 grazie alla partecipazione alla Champions League. A livello commerciale la Juve nell’era “pre CR7” ha incassato 114,7 milioni. In particolare da Jeep (21 milioni) e Adidas (23 milioni), i principali sponsor di maglia, sono arrivati meno di 50 milioni.

E i costi? La Juve paga i suoi calciatori praticamente il doppio rispetto all’Inter (233 milioni contro 118) e con gli ammortamenti il divario sale a 140 milioni.

COSTI INTER – Gli ammortamenti sono saliti a 78 milioni e gli ingaggi per il personale tesserato tra parte fissa e variabile a 119 milioni.

COSTI JUVE – Per quanto concerne la Juventus nella stagione 2017/18 gli ammortamenti sui cartellini sono aumentati a 107 milioni. Gli ingaggi per il personale tesserato sono stati pari a
233 milioni.

Ciò significa che la rosa juventina è costata circa 340 milioni. Quasi 140 milioni in più di quella dell’Inter (197 milioni tra ingaggi e ammortamenti).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy