Icardi: “Cucchiaio? Dovevo cambiare un po’. Dopo la delusione di martedì ora si può…”

Icardi: “Cucchiaio? Dovevo cambiare un po’. Dopo la delusione di martedì ora si può…”

Le parole di Icardi a Inter TV e Sky Sport

di Sabine Bertagna, @SBertagna

Mauro Icardi ha parlato della vittoria contro l’Udinese a Inter TV: “Cucchiaio? Dovevo cambiare un po’ perché avevo già battuto a destra o a sinistra e sapevo che il portiere mi aveva studiato. Ho deciso di batterlo così. Dopo una delusione come quella di martedì arrivare alla vittoria facendo una partita del genere, anche se abbiamo sofferto un po’. Siamo stati bravi, dovevamo fare meglio nel primo tempo e avremmo sbloccato prima. Dopo la delusione di martedì adesso si può lavorare meglio, sicuramente. Dovevo segnare e quello che conta è fare gol ed è andata dentro. Classifica? Noi siamo lì. Siamo consapevoli che se facciamo delle belle partite possiamo raggiungere l’obiettivo di tornare in Champions e cercare di fare il meglio possibile. EL? Nel calcio non si sa mai cosa può succedere, penso che abbiamo fatto un grande girone di CL, nessuno se lo aspettava. Abbiamo fatto vedere che possiamo fare grandi cose. Ci prepariamo nel migliore dei modi, finalmente abbiamo una settimana lunga. Quando si gioca ogni tre giorni hai poco tempo per preparare la partita. Lo faremo nel miglior modo possibile. Il cucchiaio? Serve per battere l’Udinese e portare a casa i tre punti. Cercheremo di fare bene queste partite che mancano, di lavorare duro e di arrivare alla sosta nel miglior modo fisicamente e mentalmente”.

Il capitano dell’Inter, Mauro Icardi, ha poi parlato anche a Sky Sport: “E’ un segnale che volevamo dare dopo la partita di martedì, siamo dispiaciuti per quello che è successo. Ma ci siamo in campionato, possiamo ancora prendere le squadre che sono davanti e lavoriamo per questo. La Champions si dimentica vincendo, facendo bene le partite che ci sono da qui fino alla fine dell’anno. Rinnovo? Io non devo dire niente, con la società parla lei. Io devo fare il mio lavoro in campo, se c’è da firmare provvedono loro. Io sono tranquillo“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy