Marotta sarà il passaporto di Zhang. E l’Inter gli affida tutte le password d’accesso

Marotta sarà il passaporto di Zhang. E l’Inter gli affida tutte le password d’accesso

Il nuovo dirigente dell’Inter avrà un ruolo centrale nel club

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Presto Beppe Marotta sarà un nuovo dirigente dell’Inter. Domani sera Ronaldo e Icardi si divideranno la controcopertina, ma la vera copertina dell’incontro sarà tutta sua, tutta di Martotta. Come riporta La Gazzetta dello Sport “Perché hai voglia a rimandarne l’annuncio, hai voglia a posticipare per non turbare pensieri e parole dell’Inter prima di Juve e Champions. Marotta c’è. C’è a Torino, emotivamente anche se non fisicamente. In fondo sarà molto più comodo gustarsi la partita dal divano di una casa dentro il quadrilatero della moda, a due passi dagli uffici milanesi della Juventus, a due e mezzo dall’attuale sede nerazzurra, prima del trasloco che verrà in Porta Nuova. Il trasloco di Marotta è piuttosto un ritorno alla casella uno, giro immenso per riatterrare a 58 km da casa, tanto passa dallo stadio Ossola dove andava a tifare Varese fino al Meazza”.

Il presidente dell’Inter Steven Zhang, un po’ come il primo Andrea Agnelli, lo ha scelto per un motivo importante: “Il calcio accoglie tutti, ma per alcune stanze serve il passaporto. Marotta è questo. Questo è stato alla Juventus e con le dovute proporzioni – in rapporto a obiettivi differenti – questo è stato in tutte le sue squadre. L’Inter lo chiama per affidargli una centralità di scelte. Lo porta ad Appiano consegnandogli tutte le password d’accesso. Lo sceglie perché sceglie il pacchetto completo”, sottolinea il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy