MIRACOLO A KIEV: IL CUORE DELL’INTER BATTE LA DINAMO 2-1. PRIMI NEL GIRONE. LE PAGELLE

MIRACOLO A KIEV: IL CUORE DELL’INTER BATTE LA DINAMO 2-1. PRIMI NEL GIRONE. LE PAGELLE

Commenta per primo!

E’ finita la maledizione Champions. Dopo 135 palle gol, un palo, senza più difensori, l’Inter espugna il Valery Lobanosvski e batte la Dinamo Kiev 2-1. Una partita da infarto, giocata male come spesso accade in Champions nel primo tempo, e recuperata nella ripresa quando, con solo Lucio a difendere, sono andati a segno Milito e Sneijder, eroicamente in campo nonostante il recente infortunio. Nel primo tempo il gol del solito Shevchenko (decisivo il tocco di Cambiasso) sembrava aver segnato definitivamente il cammino stagionale dell’Inter in Champions. E invece no. Dopo l’ingresso di Balotelli e Motta e una serie infinita di palle gol (bisognerà prima o poi anche cominciare a parlare della quantità di gol sbagliati da Eto’o, irriconoscibile) ecco arrivare la mossa della disperazione. Fuori Samuel, dentro Muntari. Difesa a tre, con Zanetti e Maicon insieme a Lucio. Un suicidio tattico. Un suicidio tattico che regala prima il gol di Milito e poi la rete di Sneijder, proprio dopo un tiro di Muntari e un tentativo di Milito. 3 punti di platino per i nerazzurri, tre punti che regalano la vetta del girone davanti anche al Barcellona. Tre punti che tolgono tanti tanti anni di vita ai tifosi nerazzurri.

Dinamo Kiev (4-2-3-1): Bogush; Eremenko, Almeida, Khacheridi, Magrao; Mikhalik, Vukojevic; Shevchenko, Ninkovic, Yarmolenko; Milevskiy (25′ st Gusev). A disp. Rybka, Ghioane, Betao, Mandzyuk, Kravets, Zozulya. All. Gazzaev
Inter (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel (34′ st Muntari), Chivu (1′ st Balotelli); Zanetti, Cambiasso (1′ st Thiago Motta), Stankovic; Sneijder; Milito, Eto’o. A disp. Toldo, Materazzi, Vieira, Mancini. All. Mourinho
Arbitro: Layec (Fra)
Marcatori: 21′ pt Shevchenko (D), 41′ st Milito (I), 44′ st Sneijder (I)
Ammoniti: Samuel (I), Almeida (D), Lucio (I), Mikhalik (D)

Classifica

1 Inter 6
2 Rubin Kazan 5 
3 Barcelona 5
4 Dinamo Kiev 4 

 

LE PAGELLE

Julio Cesar 6: Prende solo tanto freddo, ma sul gol di Shevchenko è messo fuori tempo dal tocco di Cambiasso.

Maicon 5: Gioca male il Colosso brasiliano, di nuovo in difficoltà davanti ad avversari forti fisicamente come lui. Al secondo minuto di recupero perde una palla avvelenata che fa sobbalzare Mourinho. Svagato, fin troppo.

Lucio 8: Partita da non credere. Negli ultimi 15 minuti difende letteralmente da solo. Mostruoso.

Samuel 7: Insieme a Lucio regge benissimo nonostante l’ammonizione arrivata presto. Muro.

Chivu 5: Dalle sue parti arrivano i pericoli maggiori per l’Inter. Continua a far fatica a sinistra.

Zanetti 6: Partita coraggiosa del capitano che, però, perde diversi palloni. E se ti chiami Zanetti, questa sì che è una sorpresa.

Cambiasso 5: Partita decisamente negativa per El Cuchu. Gioca sotto ritmo, preso in mezzo dagli ottimi centrocampisti della Dinamo. Irriconoscibile.

Stankovic 5: Uno dei peggiori in campo. Tante volte, ultimamente, ha tolto le castagne dal fuoco ai nerazzurri. Oggi sbaglia di tutto di più.

Sneijder 7,5: Fa fatica, dopo un recupero assolutamente miracoloso. Però la classe è assolutamente di altro livello rispetto agli altri

Eto’o 4: Lavora tantissimo per la squadra, è vero. Ma un bomber come lui non può sbagliare certi gol. Semplicemente non può

Milito 7: Fondamentale. Bomber micidiale, segna nell’occasione meno pulita. Il giocatore più sottovalutato degli ultimi 10 anni. Campione assoluto.

Balotelli 6: Ormai è giocatore determinante per la squadra. E per questo non può permettersi di fare giocate molli. Però tenerlo fuori sarà sempre più difficile.

Motta 6: Al rientro non poteva fare di più.

Muntari 6,5: Ha il merito di provare il tiro sull’azione del 2-1.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy