MOURINHO: “IL PARI CON I MIGLIORI D’EUROPA UN DISASTRO, IL PARI CON UNA SQUADRA NORMALE UN CAPOLAVORO”

MOURINHO: “IL PARI CON I MIGLIORI D’EUROPA UN DISASTRO, IL PARI CON UNA SQUADRA NORMALE UN CAPOLAVORO”

Commenta per primo!

Come anticipato dal nostro sito, Arnautovic non è stato convocato, mentre Milito, Sneijder, Muntari e Suazo tornano in gruppo. Nessuna sanzione disciplinare per Balotelli, che è presente nella lista stilata dall’allenatore per la gara di sabato sera. “Scusate il ritardo”. Comincia così la conferenza di Mourinho. “Sneijder e Motta sono due grandi giocatori. Sono stati comprati dalla società che vede molto bene queste cose. Ci sono mancati a Genova e Kazan, e si sono visti i risultati. L’olandese è importante, senza di lui abbiamo perso con Lazio e Sampdoria e pareggiato con Rubin, dove mancava anche Motta, altro fondamentale per il centrocampo, e con il Barcellona”. Alla domanda sull’importanza di Sneijder e Motta, il tecnico ha così risposto, mentre su Balotelli si è così esposto: “Ho parlato con Mario, tutto tranquillo, è convocato e può giocare, così come Milito che penso di poterlo utilizzare”.
Si torna a parlare d’Europa: “Non mi da fastidio sentir parlare di 7 partite senza vittoria in Champions. Se parli che l’Inter non vince in Europa da 40 anni mi da fastidio, perché io non c’entro nulla. La Juventus non vince da 6 partite, ma il loro pareggio contro una squadra normale (Bayern), è un capolavoro, il nostro pareggio contro i Campioni d’Europa, è stato considerato un disastro. Siamo stati l’unica squadra a non far segnare gli azulgrana. Per questo non sono felice, ma possiamo migliorare. Se hai tanti calciatori infortunati diventa tutto più difficile, ma recuperati tutti sono molto fiducioso. Contro il Kazan giocava la squadra dell’anno scorso, senza Ibra. Fate voi. Non sono cupo, non sono triste. Ma non ho nessun problema, rido e scherzo fuori dal campo. Guardate Julio Cesar, anche lui non ride per 90 minuti. Viviamo la partita e il lavoro in maniera seria, senza ridere e scherzare”.
Rivedremo il 4-3-3 in caso di mancanza di Sneijder oppure tornerà Stankovic? “Contro il Kazan abbiamo giocato in maniera diversa, con Stankovic indietro e libero di muoversi. Proprio lui ha segnato, questo è quello che volevo. Senza Muntari e Motta è difficile fare il rombo. Ora però c’è la sosta, arriva al momento giusto. Milito se domani non giocherà difficilmente andrà in nazionale. Vieira? Se vuole giocare molto di più sono contento, ma qui ha giocato già 283 minuti”. Si parla di Balotelli e Maicon: “Balotelli in prestito? Assolutamente no. Manca Maicon? Importante assenza. Guardate le partite fino ad ora disputate. Lui è stato decisivo in fase offensiva. Giocheranno Zanetti o Santon e abbiamo fiducia in loro anche se non sono Maicon”.
Mourinho non vuole rispondere ad una domanda su Adriano, ma si riparla di Vieira: “La fuducia c’è. Ha giocato 283 minuti, ripeto. Io sono felice quando un giocatore vuole giocare di più. Mi piace quando un giocatore vuole sempre giocare. Consigli a Vieira? Li darò a lui. Orsato? Non vale la pena parlarne. Ho pagato 15 mila euro, sono stato squalificato, punto”. Il discorso si sposta su Amantino Mancini: “Deve parlare il giocatore non io”. La conferenza si conclude con una domanda su Khrin. “Potrebbe giocare Khrin? In nazionale ha fatto 12 minuti, da noi 14. Fate voi. Mi vedete stanco? Volete fare una corsa con me!”. 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy