TS – Conte-Juve, quotazioni crollate: l’ex CT ad un passo dall’Inter per “colpa” di Agnelli

TS – Conte-Juve, quotazioni crollate: l’ex CT ad un passo dall’Inter per “colpa” di Agnelli

Il punto sul futuro delle panchine di Inter e Juventus

di Daniele Vitiello, @DanViti
Sono circolate nella giornata di ieri alcune voci riguardanti un riavvicinamento di Antonio Conte alla panchina della Juventus, sulle quali i colleghi di TuttoSport hanno voluto far chiarezza. Partendo dal futuro di Massimiliano Allegri, attuale allenatore bianconero: “Il divorzio almeno fino a ieri sera era catalogato come una bufala, una notizia messa in circolazione per disturbare le operazioni della Juventus, già dedita alla progettazione della prossima stagione, compreso quello che riguarda la panchina. E per la Juventus la linea è sempre quella dettata dal presidente Andrea Agnelli che tre settimane fa ha confermato Allegri proprio nella notte dell’eliminazione subita dall’Ajax. Sarà così anche fra qualche settimana? Non si sa. Ieri era circolata la notizia che un vero e proprio confronto ci sarà dopo il 19 maggio, ovvero dopo la festa scudetto che nessuno, alla Juventus, vorrebbe rovinare con la presenza di un allenatore con la valigia. Insomma, finora la Juventus si tiene stretto Allegri, poi chissà. Perché Allegri potrebbe, per esempio, mettersi d’accordo con un altro club, dal Paris Saint Germain allo United, passando anche per clamorose ipotesi come il Barcellona (molto difficile).  A quel punto non sarebbe la Juventus a sancire il divorzio, ma sarebbe una richiesta dello stesso Max. Ecco perché la Juventus sta comunque sondando il mercato degli allenatori e sta valutando alternative. Fra queste sono crollate le azioni di Antonio Conte, che è a un passo dall’Inter e non ha sfondato il muro dello scetticismo di Andrea Agnelli, che non vede di buon occhio il ritorno del tecnico che ha iniziato il ciclo. Resta il sogno di Pep Guardiola che, tuttavia, sembra ancorato a Manchester da patti umani che vanno oltre i contratti e, quindi, poco propenso a muoversi. Il suo futuro, comunque, sarà più chiaro dopo ka fine della Premier League, che si sta giocando punto a punto con il Liverpool. Ma se la Juventus volesse cambiare completamente la filosofia di gioco, passando la pragmatismo di Allegri a un teorico del gioco quale mezzo per arrivare ai risultati, allora potrebbe prendere corpo anche l’idea Maurizio Sarri”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy