UN BARCELLONA STELLARE UMILIA L’INTER: 2-0 MA NON C’E’ PARTITA. LE PAGELLE

UN BARCELLONA STELLARE UMILIA L’INTER: 2-0 MA NON C’E’ PARTITA. LE PAGELLE

Commenta per primo!

Il Barcellona è di un altro pianeta. L’Inter non ci prova nemmeno e facilita ulteriormente il compito ai campioni d’Europa. Ma il primo tempo è imbarazzante. I nerazzurri avranno superato tre o quattro volte la propria metà campo in 45 minuti. I gol di Piquè (copertura oscena di Thiago Motta) e quello di Pedro (azione da playstation dei blaugrana) sono la logica conseguenza di un dominio senza attenuanti, addirittura esagerato in certi momenti. Nella posizione di Messi gioca Iniesta e il risultato è un incubo per l’Inter, al posto di Ibra gioca Pedro e se possibile si finisce dalla padella alla brace. Al Camp Nou è scesa di fatto una sola squadra, ed è desolante vedere come l’Inter si sia sostanzialmente arresa senza combattere. Contro il Rubin servirà un’altra squadra, almeno per evitare un’uscita vergognosa e clamorosa nel girone. Ma un concetto è emerso lampante dal Camp Nou: quando si va in sede a chiedere, invocare e pretendere rinnovi milionari bisogna dimostrare di MERITARLI. Con la M maiuscola. La prestazione di questa sera merita invece di essere riproposta a più riprese alla Pinetina ai sedicenti fuoriclasse di cui dispone l’organico nerazzurro.

LE PAGELLE

Julio Cesar 6: Compie una super parata su Xavi, ma sul gol di Pedro non sembra irresistibile.

Maicon 3: Umiliato da Dani Alves. Dica al suo procuratore di parlare di meno e pretendere ancora meno. Vergognoso

Lucio 4: Dominato sul piano fisico, dove non dovrebbe avere rivali. Quando Pedro lo punta non lo vede mai.

Samuel 5: Come sempre accade, gioca meglio del suo compagno di reparto, perché più concreto.

Chivu 4: Fa fatica contro Valiani, ma figuriamoci contro Dani Alves. Asfaltato e ammonito, salterà la partita col Rubin

Cambiasso 4: Ha sbagliato più palloni stasera che in tutta la sua carriera in nerazzurro.

Zanetti 5: Almeno non perde palla facilmente come i compagni. Ma la giocatina semplice al Camp Nou non serve a nulla.

Stankovic 4: Disastroso. Emblematica la palla persa al limite che rischia di far fare il terzo gol ad Henry.

Thiago Motta 3: Da mani nei capelli. Sbaglia ogni giocata, sempre nella posizione sbagliata, commette falli continuamente. Doveva essere espulso a più riprese. Una sciagura.

Eto’o 4: Nel Barcellona un’occasione un gol, nell’Inter si invola verso Victor Valdes e spara in fallo laterale. Incredibile.

Milito 5: Rispetto al camerunense almeno riesce ad azzeccare qualche controllo. Però è maledettamente timido.

Mourinho 4: Ma l’ingresso di Quaresma? Ma stiamo scherzando?? Emblema di un tecnico in confusione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy