Candreva, tutto in 90 minuti: cerca il suo primo gol stagionale. E il futuro con l’Inter…

Candreva, tutto in 90 minuti: cerca il suo primo gol stagionale. E il futuro con l’Inter…

Il Quotidiano Sportivo si focalizza sull’esterno nerazzurro

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Quello zero nella casella dei gol realizzati in stagione pesa come un macigno per Antonio Candreva, che ha ancora un’ultima possibilità per realizzare un gol che potrebbe essere pesantissimo: la gara decisiva in casa della Lazio. Il Quotidiano Sportivo analizza la stagione dell’esterno nerazzurro: “Zero gol in una stagione, Antonio Candreva li aveva registrati l’ultima volta dieci anni fa: era l’annata 2007-2008, solo tre le presenze all’ attivo. Aveva vent’anni ed era all’esordio in Serie A, con la maglia dell’ Udinese. O ggi, che di partite in questo campionato ne ha contate 33, non può essere soddisfatto di non aver mai centrato il bersaglio. Un dato che psicologicamente pesa e in campo si vede: contro il Sassuolo si è trovato a due passi da Consigli e ha preferito cercare un cross basso per Icardi, agevolando il recupero disperato di Adjapong. Aver messo a segno 7 assist vincenti, quinto in A insieme ad altri quattro calciatori, non può bastare per mitigare le sensazioni negative che questi mesi si portano dietro, se non fosse che davanti ci sono i 90′ più importanti della stagione.

Lazio-Inter significa entrare o no in Champions League e contribuire in maniera determinante all’eventuale successo può fare da «libera tutti», anche per chi si è sobbarcato critiche in ampia misura. Candreva è stato persino fischiato al Meazza dal pubblico nerazzurro, ha mantenuto il posto tra i titolari anche per mancanza di alternative migliori. Lo stesso avverrà in vista dell’ultimo atto, perché né Yann Karamoh (talentuoso ma acerbo) né Eder (non segna da Inter-Bologna dell’11 febbraio e non gioca 90′ da Inter-Benevento del 24 febbraio) sono ritenuti pronti per prendere il suo posto. L’esterno azzurro è uno dei tanti che a stagione terminata dovrebbero sedersi attorno a un tavolo con la società e il procuratore, per discutere del futuro. Ha un contratto fino al 2020, la scorsa estate il Chelsea ha manifestato un forte interesse per lui, ma oggi la situazione è cambiata e la compilazione delle liste Uefa suggerisce al club di trattenere i giocatori italiani in grado di dare un contributo alla squadra”, conclude il Quotidiano Sportivo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy