CdS – A Firenze il caso più eclatante ma non l’unico: l’Inter si sente penalizzata dal VAR e…

CdS – A Firenze il caso più eclatante ma non l’unico: l’Inter si sente penalizzata dal VAR e…

L’analisi del quotidiano romano sugli episodi che hanno sfavorito l’Inter in questa stagione

di Matteo Pifferi, @Pifferii

L’episodio Chiesa-D’Ambrosio è la goccia che fa traboccare il vaso, dal momento che non è il primo episodio che, nell’epoca VAR, ha danneggiato l’Inter in questa stagione. Come sottolinea il Corriere dello Sport, si parte dalla prima giornata con la mancata assegnazione del calcio di rigore per il fallo di Magnanelli, in area del Sassuolo, su Asamoah, la trattenuta di Lirola su Icardi e il rigore generoso concesso a Di Francesco. Le altre gare ‘incriminate’ sono Inter-Parma – mano di Dimarco – e Fiorentina-Inter mentre i nerazzurri sono stati favoriti in Roma-Inter quando non è stato assegnato il calcio di rigore ai giallorossi per fallo di D’Ambrosio su Zaniolo.

GLI EPISODI – “Quello di Firenze è stato solo l’episodio più eclatante, ma non certo l’unico. Anzi, a questo punto della stagione, l’Inter si sente pesantemente in credito, e quindi penalizzata, per i torti subìti. E nel calderone, oltre agli errori arbitrali, il club nerazzurro mette pure il trattamento ricevuto dal Giudice Sportivo dopo i fatti di Inter-Napoli”, riporta il CorSport che aggiunge come l’Inter sostenga come altri episodi paragonabili a quello del 26 dicembre non siano stati trattati alla mstessa maniera. “E il club nerazzurro finisce per sentirsi vittima di una sorta di onda popolare, che poi si è spenta con troppa rapidità, alterando quindi i metri di giudizio”, chiosa il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy