De Boer: “La MLS è in crescita, adesso non ci sono solo Ibrahimovic e Rooney. Noi…”

De Boer: “La MLS è in crescita, adesso non ci sono solo Ibrahimovic e Rooney. Noi…”

L’allenatore olandese parla della MLS ed è fiducioso sul passaggio del turno in CONCACAF Champions League

di Gianni Pampinella

Dopo il 3-1 dell’andata contro l’Herediano in CONCACAF Champions League, per l’Atlanta non sarà impresa facile ribaltare il risultato. Perché oltre alle normali difficoltà della partita, per la formazione allenata da Frank de Boer c’è un ostacolo in più. A causa dell’esibizione di Monster Truck, non sarà possibile disputare la gara alla Mercedes-Benz Arena, la squadra sarà costretta a disputare il match nel piccolo Kennesaw State University Stadium (8300 posti). Ma de Boer è ottimista: “C’è questo evento, quindi dobbiamo giocare in un piccolo stadio, dobbiamo accettarlo. Vogliamo essere il primo club MLS a vincere la CONCACAF Champions League. Sarebbe fantastico per il club. Dobbiamo fare meglio, lo sanno tutti. Da quello che ho visto durante l’allenamento, sono fiducioso che tutti sono pronti a fare bene“. Sulla MLS l’allenatore aggiunge: “Non ci sono solo più giocatori come Zlatan e Rooney, ma siamo riusciti a prendere il giocatore argentino dell’anno (Gonzalo Martinez, ndr). Sempre più club hanno il loro stadio, l’Atlanta United ha tanti tifosi e hanno tanta passione, è uno spettacolo“.

(voetbalprimeur)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy