Diritti TV Mondiali, Nasser Al-Khelaifi accusato di corruzione: aperta indagine

Diritti TV Mondiali, Nasser Al-Khelaifi accusato di corruzione: aperta indagine

La Corte svizzera avvia un’indagine

Commenta per primo!

Nuovi guai in vista per il presidente del PSG Nasser Al-Khelaifi. È stata infatti avviata un’indagine dalla Corte svizzera in merito alla vendita dei diritti televisivi per la Coppa del Mondo contro BeInSports, di cui Al-Khelaifi è direttore generale. Secondo le prime indiscrezioni ci sarebbero stati scambi di favori tra il numero uno qatariota e Jerome Valcke, ex segretario generale della FIFA che, secondo l’accusa, avrebbe accettato vantaggi indebiti da un uomo d’affari – identità non precisata – in ​​relazione all’assegnazione dei diritti TV per alcuni paesi delle Coppe del mondo di FIFA del 2018, 2022, 2026 e 2030 e dallo Nasser Al-Khelaifi in connessione all’assegnazione dei diritti dei media per alcuni paesi alle Coppe del mondo di FIFA nel 2026 e nel 2030. Il procedimento, aggiunge l’OAG – ufficio del procuratore generale della Svizzera -, è stato avviato nel marzo 2017 in collaborazione con autorità di Francia, Grecia, Italia e Spagna.

(bbc.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy