Gatti (Corsera) ironico: “Icardi vive nell’incubo della precarietà. I primi a capirlo…”

Gatti (Corsera) ironico: “Icardi vive nell’incubo della precarietà. I primi a capirlo…”

Dalle colonne del Corriere della Sera, il giornalista commenta con ironia il possibile rinnovo del capitano nerazzurro

di Gianni Pampinella

In casa Inter tiene banco il rinnovo di Mauro Icardi. Luciano Spalletti spinge affinché tra la società e il giocatore venga trovata una soluzione al più presto. Nel suo commento per il Corriere della Sera, Cristiano Gatti commenta con ironia il possibile rinnovo del capitano nerazzurro. “Il popolo interista può stare tranquillo: a quanto pare, basterà che i pigri dirigenti facciano firmare il contratto perché Icardi torni fenomeno. Così assicura Spalletti. Che il capitano non abbia fatto centro con gli ultimi diciotto tiri, che non segni da sette giornate, che oltretutto in campo non sia esattamente uno spettacolo, tutto questo pacchetto record ha finalmente un perché preciso: i dolori interiori per la mancanza del rinnovo. Senza questa firma, Icardi vive nell’incubo della precarietà e non può certo esprimersi al meglio. I primi a capirlo sono i suoi colleghi che portano le pizze con la bici, le ragazze che rispondono al telefono nei call-center, i ricercatori che svolgono dottorati nelle università senza prendere un euro. Saranno loro, in questa fase di rendimento zero, a spiegare come non sia davvero umanamente possibile impegnarsi al meglio, dovendo tirare avanti con un vecchio contratto da 4,5 milioni netti l’anno, fino al 2021. Indegno di una società civile. L’idea che un lavoratore, al giorno d’oggi, venga tenuto nell’incertezza in questo modo non è accettabile. Per sua fortuna, Icardi non è solo. Oltre a Wanda, ha Spalletti: sui diritti umani, un vero leader”.

(Corriere della Sera)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy