Gds – Da Skriniar a Icardi, quanti affari di mercato tra Inter e Sampdoria. E Andersen…

Gds – Da Skriniar a Icardi, quanti affari di mercato tra Inter e Sampdoria. E Andersen…

I tanti intrecci di mercato tra le due società

di Gianni Pampinella

Nel corso degli anni tra Inter e Sampdoria sono stati molti gli intrecci di mercato. I buoni rapporti tra le due società hanno agevolato molte trattative. È possibile che in estate le due società tornino a parlare di mercato, perché nel mirino dei nerazzurri c’è il giovane difensore Joachim Andersen. “Il ventiduenne danese negli ultimi mesi è diventato anche il giocatore più utilizzato in campionato da Marco Giampaolo dopo il portiere Audero. Non è un caso che sul centrale difensivo ci sia oggi il forte interesse del Tottenham, dopoché lo United (sotto la gestione di Mourinho), l’Inter e la Juventus gli avevano messo gli occhi addosso. L’elenco degli affari sull’asse Inter-Samp è lungo e di vecchia data. Nel gennaio 2011 Pazzini va in nerazzurro per 12 milioni (più Biabiany); due anni dopo, stesso percorso per Icardi, pagato 13 milioni”, scrive la Gazzetta dello Sport.

FERRERO – “Il primo club con cui Ferrero, Romei e il diesse Osti fanno una trattativa di mercato nell’estate 2014, è proprio l’Inter (prestito di Duncan), grazie all’ottimo rapporto con il diesse nerazzurro Ausilio. Nel luglio 2017 Skriniar è andato all’Inter mentre Caprari ha raggiunto la Samp nella stessa operazione.
Nella primavera scorsa, invece, da parte Inter c’era stato un interessamento per Praet“.

SCHICK – “Sempre nel 2017, dopo lo strappo con la Juve per Schick (che piaceva molto a Nedved, ma non abbastanza ad Allegri), prima che si inserisse la Roma pure l’Inter aveva pensato al ceco. Situazione simile l’anno scorso, con un sondaggio Inter per Quagliarella come vice Icardi. E, ancora, lo sloveno Belec, oggi alla Samp, cresciuto nelle giovanili dell’Inter e terzo portiere nell’anno del Triplete. Anche Ranocchia fu alla Samp nel 2016. E poi c’è il discorso-dirigenza: da Sabatini ex nerazzurro a Marotta, storico d.g. blucerchiato, sino a Massimo Cosentino, che fu segretario della Samp e da quattro anni all’Inter“.

(Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy