Giornale – Inter, primo tempo ai limiti dell’inguardabile. Segnali non positivi

Giornale – Inter, primo tempo ai limiti dell’inguardabile. Segnali non positivi

Vittoria importante per l’Inter, ma prestazione non convincente

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Non una grande prestazione per l’Inter, soprattutto nel primo tempo, ma la vittoria contro la Spal è di fondamentale importanza per i nerazzurri che rimangono a -1 dal Milan in vista del derby di domenica sera.

“Una vittoria che ci voleva per l’Inter, anche se i segnali in vista delle due decisive sfide che l’aspettano, Eintracht in Europa league e derby in campionato, non sono certo dei migliori. Per il gioco espresso in primis, per quella timidezza evidenziata anche da Spalletti nel dopo partita e per le tante assenze che condizionano non poco le scelte del tecnico. Caso Icardi a parte, Nainggolan è out, Perisic e Keita erano in panchina, Brozovic è uscito per un prblema muscolare e Miranda si è rotto il naso e dovrà essere operato. Non comprimari ma giocatori decisivi su cui l’Inter non può contare. L’alibi c’è ed è solido al di là delle colpe. Le colpe stanno in un primo tempo ai limiti dell’inguardabile dove non ha funzionato nulla, ad eccezione della bellissima giocata di Lautaro alla mezz’ora che avrebbe portato al vantaggio nerazzurro. Il Var però ha notato un tocco di braccio dell’argentino e annullato. Per il resto male un po’ tutti, senza idee né voglia e i fantasmi che tornano ad aleggiare su San Siro. Cambia qualcosa nella ripresa, complice una Spal davvero arrendevole e gli episodi che girano per il verso giusto. Sono due rimpalli infatti a portare ai gol interisti. Al 16’, quando è bravissimo Politano a girarsi in un centimetro e a segnare sfruttando la deviazione di Bonifazi, e al 32’ con Gagliardini che con un bel destro rimedia ad una partita pessima”, riporta il Giornale.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy