Inter all’altezza degli obiettivi stagionali se funzionano tre parametri e… un giocatore

Inter all’altezza degli obiettivi stagionali se funzionano tre parametri e… un giocatore

L’analisi del sito di Sky di ciò che ha funzionato sponda nerazzurra nel derby

di Redazione1908

Il derby ha regalato strascichi di analisi dello stato di forma delle due milanesi. Ultimo Uomo (Sky) si è soffermato in particolare su alcuni parametri che, se mantenuti ad un livello soddisfacente, garantirebbero all’Inter un buon gioco e conseguentemente maggiori possibilità di agguantare gli obiettivi stagionali: “Per valutare una prestazione dell’Inter è sufficiente monitorare una serie di parametri strettamente correlati all’atteggiamento della squadra: il numero di cross (a fine partita fermo a 17 contro i 31 del Milan) che finché si mantiene sotto i 20 è generalmente indice di buona salute; il numero di palloni toccati da Brozovic (47 già a fine primo tempo), che finché oscillano tra gli 80 e i 100 sono un segnale confortante; la percentuale di precisione passaggi dei terzini, e in particolare di D’Ambrosio (che ieri è stata di 82,1%, nonostante 18 dei 39 passaggi tentati fossero diretti in avanti) che se è di qualità ci dice di una costruzione piuttosto fluida”.

Il problema di Spalletti: “Nel momento in cui l’Inter riesce a mantenere tutti questi parametri su livelli soddisfacenti diventa una buona squadra, all’altezza degli obiettivi stagionali, riuscendo anche a esprimere un calcio godibile per gli spettatori neutrali. Il problema per Spalletti è che gli avversari lo sanno, e fanno di tutto per provare l’Inter a ricorrere al cross come unica soluzione, ostacolandone la costruzione e, soprattutto, impedendo che il pallone circoli attraverso Brozovic, l’unico in grado di compiere scelte contro-intuitive, oltre che di dare pulizia alla circolazione. L’Inter continua a sembrare una squadra confusionaria negli ultimi venti metri, che fatica a scardinare difese ben posizionate con l’estro individuale, ma quando riesce a far circolare il pallone velocemente nella propria metà campo le possibilità di creare pericoli aumentano vertiginosamente. Il Milan è apparso impreparato a creare un contesto scomodo per gli attacchi dell’Inter”. 

(Ultimo Uomo)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy