Inter, che problema! Spalletti si inventa l’attacco in Europa, Keita gli regala un sorriso

Inter, che problema! Spalletti si inventa l’attacco in Europa, Keita gli regala un sorriso

Il tecnico dell’Inter dovrà fare a meno anche di Lautaro contro l’Eintracht

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Il vero problema dell’Inter, per quanto riguarda l’attacco, sarà giovedì sera nel ritorno della gara contro l’Eintracht. Squalificato Lautaro e con Icardi ancora fuori dai giochi, Spalletti si ritroverà senza un attaccante di ruolo a disposizione.
“I critici di Spalletti fino a quattro settimane fa ripetevano che la squadra segnava poco perché non aveva un gioco riconoscibile e sottolineavano che procedeva a tentoni, a seconda della giornata… di vena, complice un centrocampo con poca qualità. Dopo l’auto-ammutinamento di Icardi e prima dello 0-0 della Commerzbank-Arena, invece, erano arrivati 12 gol in 5 partite ufficiali, numeri che avevano fatto pensare a un’inversione di tendenza. In terra tedesca invece al forfait di Maurito si sono aggiunti quello del Ninja e, a gara in corso, quello di Perisic. Al netto dell’esito degli esami che, se necessari, il croato sosterrà oggi (ieri per lui solo terapie), Lucio si è trovato senza tre elementi chiave della sua squadra ideale e la musica potrebbe ripetersi al ritorno contro l’Eintracht, anche se riguardo al rientro del croato in tempo per giovedì c’è ottimismo”, si legge sul Corriere dello Sport.

A far sorridere l’ex allenatore della Roma c’è la guarigione di Keita che ieri si è allenato per la prima volta in maniera completa con la squadra dopo una guarigione più complicata del previsto dalla lesione mio-tendinea alla coscia sinistra. Domani sarà in panchina (Martinez titolare al centro dell’attacco per il settimo match di fila) e spera di fare un collaudo nel finale per poi essere protagonista da centravanti in Europa. Non dovesse essere giudicato in condizione, contro l’Eintracht Spalletti dovrebbe adattare in quel ruolo un esterno: Perisic a volte lo ha ricoperto nel Wolfsburg (ai suoi lati ci sarebbe Politano e Candreva), mentre Politano lo ha fatto nel Sassuolo (avrebbe da una parte Candreva e dall’altra Perisic). Ma siccome manca pure Nainggolan, sia domenica sia giovedì, completare il 4-2-3-1 diventerà un’impresa: sarà obbligatorio dosare domani le forze di Borja Valero (dentro Joao Mario) per avere lo spagnolo fresco in Europa. Con un tale emergenza diventerà inevitabile completare la panchina con dei giovani: in campionato è possibile sia convocato uno tra i Primavera Colidio e Salcedo, oggi in campo contro la Roma, mentre in Europa può darsi che Merola (e non solo lui) sia dispensato dagli impegni delle nazionali”, spiega il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy