Inter-Chiesa, avanti tutta. E’ il prescelto di Marotta: “Ecco le 4 pedine per battere la Juve”

Inter-Chiesa, avanti tutta. E’ il prescelto di Marotta: “Ecco le 4 pedine per battere la Juve”

L’Inter fa sul serio per Federico Chiesa

di Marco Macca, @macca_marco
Federico Chiesa esulta in maglia Fiorentina

L’Inter fa sul serio per Federico Chiesa. L’esterno della Fiorentina è infatti il prescelto da Conte e Marotta per permettere al nuovo ciclo nerazzurro il salto di qualità in grado di interrompere l’egemonia della Juventus. E proprio i bianconeri sono la squadra da battere nella corsa al giocatore. L’ad interista avrebbe in mente di proporre ai viola quattro contropartite tecniche per abbassare la richiesta di 80 milioni di euro: Karamoh, Vanheusden, Pompetti ed Emmers. Scrive il Corriere dello Sport:

Tutto su Chiesa. L’Inter sta solo finendo di affilare le sue armi e poi partirà all’assalto. E sarà una doppia battaglia. Perché, da un lato, il club nerazzurro dovrà convincere la Fiorentina ad accettare i propri “argomenti” e, dall’altro, dovrà superare l’agguerrita concorrenza della Juventus. Peraltro, Chiesa, nei piani di Marotta, sarebbe il rinforzo ideale, sia dal punto di vista tecnico sia da quelle mediatico. Già perché, anche con l’ingaggio di Conte in panchina, c’è comunque bisogno di un vero colpo che vada ad arricchire e rafforzare la squadra, dando pure la conferma di voler alzare l’asticella delle ambizioni. E Chiesa, da questo punto di vista, ha davvero tutto, oltre ad un’età (21 anni e mezzo) che permetterebbe di costruire su di lui. Mettere a segno quel colpo, però, continua ad essere complicato, innanzitutto per la valutazione che ne fa la Fiorentina, vale a dire 80 milioni di euro. L’Inter non è nelle condizioni di affrontare un’operazione del genere solo in contanti, ma con l’inserimento di alcune contropartite tecniche che abbassino il conguaglio economico allora l’affare potrebbe essere messo in piedi. Il club nerazzurro, infatti, progetta di abbassare la quota cash attorno ai 40-45 milioni, mettendo sul tavolo il cartellino di Karamoh (…) e di un altro paio di giovani ancora da individuare ma che abbiano già fatto vedere le proprie potenzialità. Uno di questi potrebbe essere il belga Vanheusden (…). In alternativa, ecco un altro paio di profili da tenere in considerazione: Emmers (1999), centrocampista nell’ultimo anno in prestito alla Cremonese, e Pompetti (2000), ultimo gioiellino della Primavera“.

(Fonte: Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy