Libero – 212 milioni di spettatori attendono il Derby. In Liga e Premier…

Libero – 212 milioni di spettatori attendono il Derby. In Liga e Premier…

Derby il 15 aprile a pranzo per fare il pieno di ascolti tv in Asia

Il quotidiano Libero commenta la scelta di giocare il derby della Madonnina alle 12,30 del prossimo 15 aprile: “Questo sarà un involtino primavera duro da mandare giù. Non si è mai visto un derby della Madonnina giocato alle 12.30, ma d’altronde non s’è mai disputata una stracittadina con due proprietà cinesi. InterMilan del 15 aprile, la vigilia di Pasqua, romperà di certo il primo tabù e molto probabilmente anche il secondo. Tra oggi e domani, infatti, Fininvest e Sino Europe Sports formalizzeranno le firme e il trasferimento della terza tranche da 100 milioni. Ripartirà così la corsa verso il futuro asiatico del Milan con il nuovo – e definitivo? – traguardo del closing fissato per il 7 aprile. A una settimana, perciò, dal derby a “tinte gialle”. Potrebbe aver pesato anche questa valutazione nella scelta di anticipare InterMilan all’ora di pranzo, una collocazione insolita per i turni del sabato e soprattutto per una partita di questa tradizione. Se l’’ultimo derby di Milano disputato non in nottura risale al 2008 (vinsero 2-1 i rossoneri), stavolta le tv italiane dovranno cedere il passo alle esigenze di visibilità globale.

Come aveva predetto Erick Thohir nel 2013. I tifosi, infuriati, dovranno adeguarsi: ci sono, infatti, 212 milioni di potenziali spettatori a Pechino e dintorni – 106 milioni di tifosi per ciascuna delle milanesi, secondo gli ultimi calcoli – pronti a collegarsi alle 19.30 locali con il Meazza. Si tratta perciò di un’operazione che guarda al futuro con l’obiettivo di aumentare i ricavi dai diritti tv esteri. In questo, il calcio europeo ci ha già preceduto. L’ultimo Clasico tra Real Madrid e Barcellona si è disputato alle 16.15, mentre il derby di Manchester di inizio stagione ha visto il fischio d’inizio proprio alle 12.30: in tempo per essere goduto in Asia e di prima mattina negli Usa. E, non a caso, è stata la partita più vista della storia della Premier, a un anno esatto dall’ingresso di capitali cinesi (13%) nel City Football Group. E sapete chi recentemente ha investito 660 milioni di euro per i diritti del calcio inglese in Cina? Proprio Suning, proprietaria dell’Inter.

Il derby di Pasqua sarà solo l’antipasto per il ritorno della stracittadina in terra d’Oriente, atteso per il 24 luglio nell’ambito dell’International Champions Cup. Si giocherà “in casa dell’Inter”,cioè nello stadio dello Jiangsu, l’altra squadra della galassia Zhang. Sarà il terzo derby sul suolo cinese, dopo la Supercoppa 2011 (vinta dal Milan) e l’amichevole di luglio 2015. Si tratterà, invece, della prima volta dell’Inter di Suning nel Paese, anche se i nerazzurri furono la prima italiana nella terra di Mao già nel 1978. Tra le missioni più urgenti del Milan dei dragonici sarà invece il rinnovo di Donnarumma.

-Inter: dodici gol in due partite, ma alla festa è mancato Candreva. Pioli…

 

(Fonte: Francesco Perugini, Libero 15/03/17)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy