Politano, Keita e Perisic in tre per due maglie. Nainggolan? Lavora per Inter-Psv

Politano, Keita e Perisic in tre per due maglie. Nainggolan? Lavora per Inter-Psv

Spalletti potrebbe convocare il Ninja per Juve-Inter ma difficilmente sarà in campo

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Manca poco alla grande sfida tra Juve e Inter. Domani sera all’Allianz Stadium si affronteranno nel derby d’Italia. Il tecnico dei nerazzurri ragiona sulla formazione migliore da schierare e i suoi dubbi sembrano essere sugli esterni offensivi:
“PolitanoPerisic e Keita. Gira intorno a questi tre nomi uno dei dubbi più grandi di Spalletti in vista della sfida di domani sera. Il tecnico toscano, infatti, dovrebbe confermare il 4-3-3 delle ultime uscite anche perché, al 99%, dovrà rinunciare a Radja Nainggolan: il belga, non ancora al top per la caviglia sinistra, anche ieri ha svolto terapie e lavoro personalizzato per superare il problema muscolare al polpaccio sinistro creatosi mercoledì a Wembley contro il Tottenham e appare dunque improbabile che possa essere schierato all’Allianz Stadium. Oggi, se la situazione dovesse rivelarsi positiva, potrebbe al limite arrivare la convocazione, ma l’impressione è che Nainggolan lavori per esserci martedì 11 quando, a San Siro contro il Psv, la squadra nerazzurra si giocherà l’accesso agli ottavi di Champions. Per il resto, ballottaggio fra D’Ambrosio e Vrsaljko (recuperato) a destra e fra Joao Mario e Borja Valero a centrocampo con i vari De VrijSkriniarAsamoahVecino e Brozovic quasi certi del posto”, si legge su Tuttosport

“La sensazione è che Politano, inizialmente in panchina con la Roma, possa riprendersi il posto da attaccante esterno destro e questo aprirebbe una sfida fra l’intoccabile Perisic e Keita, in formissima, a sinistra. Il croato è uno dei senatori di Spalletti, ma il suo rendimento nelle ultime settimane è stato deludente: anche domenica sera a Roma non è riuscito a incidere, tant’è che è stato sostituito nel finale. Keita con i giallorossi ha giocato a destra, ha segnato il suo terzo gol nelle ultime due gare di campionato, ma il meglio di sé lo dà quando può partire da sinistra. L’ex laziale è in grande condizione, anche mentale, ma con la Juve non vanta un grande curriculum avendoci giocato contro 8 volte con 0 vittorie, 1 pareggio e 7 sconfitte. E Perisic? Di sicuro il croato garantisce equilibrio, corse, coperture e sostegno fisico alla squadra, in più contro i bianconeri ha sempre inciso con buone gare, gol (2 fra campionato e Coppa Italia) e assist. Dunque, chissà che alla fine per un motivo e per l’altro, l’escluso non possa essere ancora Politano”, sottolinea il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy