Repubblica – Inter, alcuni vorrebbero Miranda capitano: i nomi. Icardi, addio probabile

Repubblica – Inter, alcuni vorrebbero Miranda capitano: i nomi. Icardi, addio probabile

Secondo il quotidiano, il capitano nerazzurro lascerà Milano quest’estate, indipendentemente dalla qualificazione o meno in Champions League

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Nell’ultimo periodo, in ambito Inter, si è parlato troppo poco di calcio giocato, coadiuvando i risultati negativi della banda Spalletti e qualche foto criptica pubblicata sui social. Ecco allora che si è cominciato a parlare del futuro di Mauro Icardi, il quale, secondo quanto si legge sull’edizione odierna di Repubblica, lascerà Milano in estate a causa di diversi malumori: “Molto ruota intorno alla controversa figura di Mauro Icardi, incostante anche se ad alti livelli (16 gol nelle prime 15, 2 nelle successive 7), capitano mai davvero riconosciuto per i suoi comportamenti tra l’egotico e lo stravagante (molti preferirebbero Miranda), al punto che nei momenti delicati i suoi richiami non vengono granché recepiti. La crisi di risultati, da cui l’Inter si è appena riavuta col 2-1 al Bologna, è passata anche da duri confronti interni, come intorno a Capodanno tra il derby perso e la trasferta di Firenze.

Si narra di rapporti ormai guastati tra Icardi e le sue ali – continua il quotidiano -, Perisic e Candreva, per non parlare della delicata questione che coinvolge Maurito e Brozovic, dopo i misteriosi fatti della fine di gennaio: amicizie tolte sui social e criptici messaggi di addio, Wanda Nara che si trattiene in Argentina per alcuni giorni di troppo, Brozo che sta per essere improvvisamente ceduto al Siviglia poi no, Icardi che si infortuna, Wanda che torna però continua a postare foto sexy sui suoi profili, boh, bah, mah. Poi domenica Icardi era in campo, da infortunato (recupererà per Genoa-Inter, almeno si diraderà pure qualche chiacchiera sul suo incidente muscolare), a incoraggiare i compagni con tanto di botta sul petto alla Hector Cuper, ma i malumori rimangono. Ora si opta per la linea dura. Multato Brozovic per l’applauso polemico dopo la sostituzione, Spalletti ha programmato una settimana senza riposo, perché bisogna allenarsi e tanto dopo aver rischiato di pareggiare pure col Bologna in 10. L’obiettivo è la maledetta qualificazione alla Champions: con quella, anche l’autofinanziamento potrebbe essere più sostenibile. Ma il futuro di Mauro Icardi, Champions o no, è sempre più lontano dall’Inter: per i 110 milioni di motivi della sua clausola, e non solo. Tanto è stato già acquistato Lautaro Martinez: 20 anni, argentino e centravanti come Maurito ma movenze alla Agüero, solo un paio di tatuaggi su un braccio, scarsa vitalità sui social, scapolo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy