Spalletti, senza tregua anche l’elenco degli infortunati. Nainggolan, l’Inter spera ma è dura

Spalletti, senza tregua anche l’elenco degli infortunati. Nainggolan, l’Inter spera ma è dura

Il tecnico dell’Inter deve fare i conti con i tanti infortunati

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Non sarà una settimana semplice per l’Inter, sia per gli impegni importanti che dovrà affrontare, ma soprattutto per i tanti infortuni capitati alla squadra di Spalletti.
“In Europa con gli uomini contati e una partita da vincere per forza, poi il derby con soli due giorni di recupero mentre il posto in Champions è diventato traballante. Le ansie di fine inverno sono ascrivibili a Maurito e a quell’effetto domino che rende l’Inter più fragile del previsto. Per fortuna domenica scorsa con la Spal non sono arrivati altri gialli scomodi, tipo quelli di Asamoah e Lautaro in Europa League, altrimenti pure la stracittadina avrebbe presentato defezioni obbligate. Invece così si spera nel recupero (al momento difficile) di Nainggolan e in quello più probabile di Keita. Senza tregua anche l’elenco degli infortunati, mettiamola così, per usare uno slogan caro a Luciano Spalletti. Il lunedì delle verifiche porta con sé la necessaria operazione al naso per Miranda – in programma oggi – e ai controlli per Brozovic fissati in queste ore. Verso l’Eintracht, sono rimasti sono dodici giocatori”, riporta il Corriere dello Sport.
“L’Inter è alquanto decimata, soprattutto in mezzo al campo. Visto che l’Europa League le toglie pure Joao Mario e Gagliardini, utilizzabili solo in campionato. In tutto questo, Borja Valero – di anni 34 – sarà lì a tirare la carretta per due partite in tre giorni, in entrambi i casi al fianco di Vecino. Mentre Ivan Perisic, in panchina con la Spal, sarà titolare sia giovedì che domenica dopo essersi fatto male a Francoforte. Quasi fosse un anatema prolungato di Icardi, che non ha mai trovato il giusto feeling con i croati: Vrsaljko, tormentato dai problemi, ha chiuso la stagione in gennaio e adesso ecco gli stop alternati di Brozovic e Perisic. A darsi il cambio sulla destra D’Ambrosio e Cedric, mentre Candreva è scelta obbligata nel ritorno degli ottavi di Europa League”, spiega il quotidiano.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy