Trevisani: “Inter, un miracolo se passa: troppi assenti. Ha scelto Keita perché…”

Trevisani: “Inter, un miracolo se passa: troppi assenti. Ha scelto Keita perché…”

Il giornalista ha parlato delle scelte limitate di Spalletti per la gara contro l’Eintracht

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

«Spalletti non ha molta scelta. L’idea è stata partire dall’inizio con Keita sperando che regga per non sprecare cambi se si facesse male. Ce ne sono undici che vanno in campo, Ranocchia in panchina, sei della Primavera e i due portieri di riserva. Penso che sarebbe un miracolo per l’Inter passare il turno». Riccardo Trevisani, giornalista di Skysport, prima della gara contro l’Eintracht ha parlato così della partita di stasera: premesse di una gara difficile per i nerazzurri che si trovano a dover affrontare una partita cruciale, si decide il passaggio ai quarti dopo lo 0-0 dell’andata, in piena emergenza, tra infortuni, squalifiche, lista UEFA e il caso Icardi. «Servirà la maturità che si è vista nella partita di andata e l’Inter non ha preso gol a Francoforte ed era successo a dicembre solo al Bayern. Oggi devi sicuramente vincere e l’avversario è tosto, serve fare bene fisicamente e segnare ad un portiere che all’andata ha parato un rigore a Brozovic. In cosa fa paura l’Eintracht? Sicuramente all’andata non hanno subito gol ma più per demeriti dell’Inter che non per meriti loro. Credo che dobbiamo essere preoccupati dalla coppia d’attacco perché c’è tutto, fisicità, velocità, tecnica, tecnica in velocità e gol. Tutti hanno delle caratteristiche importante. Ma ho speranza che dietro possano regalare qualcosa», ha concluso lo stesso giornalista.

(Fonte: SS24)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy