Handanovic, meglio di lui solo Alisson in Europa: ecco come lo sloveno si è ripreso l’Inter

Il portiere nerazzurro si riprende l’Inter a suon di parate

Samir Handanovic si riprende l’Inter e lo fa a modo suo, sfornando parate a raffica e mettendo avanti la manone per il futuro. In Europa solo Alisson è riuscito a fare meglio di lui e il portiere nerazzurro si accomoda alle spalle dell’estremo difensore del Livepool (primo in classifica in Inghilterra) mantenendo inviolata la sua porta da 10 turni.

Dopo un avvio di stagione un po’ incerto, con l’apice dell’errore contro il Torino, Samir Handanovic è tornato sui livelli a cui ci ha abituato da anni, con interventi che hanno spesso salvato l’Inter. Un rendimento che potrebbe convincere i nerazzurri a puntare su di lui anche nella prossima stagione, quando avrà 35 anni. Così scrive La Gazzetta dello Sport: “Ora Samir difende se stesso dal tempo che passa e dalle possibili strategie future dell’Inter, che sembrano cambiate. Marotta e Ausilio infatti stanno valutando profili giovani per la prossima stagione, ma da piazzare alle spalle di San Samir, l’uomo dei miracoli, candidato titolare anche per l’anno prossimo. Per prima cosa bisognerà capire il destino di Radu (21 anni), cresciuto nel vivaio nerazzurro: l’Inter ha un diritto di recompra sul portiere del Genoa fissato a 15 milioni nel 2019 e 18 nel 2020. Intanto i nerazzurri puntano pure Brazao (Cruzeiro), classe 2000: si studia un affare in compartecipazione col Chievo, come successe ai tempi con Julio Cesar. Visto il precedente, vale la pena fare un sacrificio“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy