Pres. Liniers: “Lautaro? Giocare al Barça sarà positivo, gli ho parlato. A noi spetta…”

Il presidente del club spagnolo sul futuro di Lautaro

di Marco Macca, @macca_marco

Intervistato dalla testata catalana Sport, Carlos Pablo, presidente del Liniers de Bahía Blanca, il primo club di Lautaro Martinez, ha confermato come la società argentina guardi con sguardo ovviamente attento alle vicende relative al futuro dell’attaccante dell’Inter. A Liniers, infatti, spetterebbe una percentuale della cifra dell’eventuale trasferimento del giocatore in blaugrana. Ecco le sue dichiarazioni:

RAGAZZO UMILE – “Siamo stati fortunati, o meglio è stato il suo merito, che è andato oltre i confini. È un ragazzo che ha sempre avuto in testa l’umiltà, il lavoro e lo sforzo come guida per l’obiettivo di andare a giocare all’estero e arrivare ai livelli in cui è giunto oggi“.

MESSI – “Mi piacerebbe di più se andasse a suonare River, ma bene (ride). O il Real Madrid, perché sono un fan del Real Madrid. La cosa del Barcellona è molto positiva per lui perché giocherà nella squadra in cui gioca il migliore del mondo. Avere Messi al suo fianco, con la possibilità di condividere lo spogliatoio, lo migliorerebbe anche per la nazionale“.

SQUADRA ADATTA – “Il Barcellona è più adatto per lui rispetto ad altri club. Se me lo chiedete, io dico Real Madrid, ma perché sono un tifoso dei Blancos. Ma, guardando dall’esterno, bisogna considerare il fatto che giocare con Messi sarà una chiave importante per il Barcellona“.

COSA FARA’ IL LINIERS CON IL RICAVATO? – “Abbiamo definito un piano di lavoro nel club che è già stato in parte realizzato con i soldi del primo trasferimento. Un piano sostanzialmente finalizzato a migliorare l’intera struttura del calcio e di altre discipline. Crediamo che l’infrastruttura sia l’elemento base per svilupparci come club, avere più sponsor ed essere in grado di offrire dei servizi oggi scarsamente offerti”.

QUANTO SPETTA AL LINIERS? – “Dico sempre che non ci piace parlare di numeri e lo dico in questo caso, visto che non abbiamo una partecipazione diretta. Abbiamo i diritti di allenamento, il meccanismo di solidarietà, l’1,59% del pass totale e ci rimane una percentuale del plusvalore di Racing. Tale percentuale dipende dal valore totale della vendita finale. È molto difficile calcolare quanti soldi siano. Ma se si verifica questo trasferimento la somma sarà uguale o maggiore rispetto a quella incassata dal club dopo il primo trasferimento“.

LAUTARO – “Ho parlato 20 giorni fa con lui e non abbiamo mai discusso l’argomento del trasferimento, perché è un problema di cui non voglio parlare con lui, per non disturbarlo. Guardiamo a questa operazione da esterni, e vogliamo che si concluda per ovvi motivi economici“.

(Fonte: Sport.es)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy