Paolillo: “Inter su Chiesa? Sono felice, 70 mln cifra adeguata. Due nerazzurri l’incentivo”

Paolillo: “Inter su Chiesa? Sono felice, 70 mln cifra adeguata. Due nerazzurri l’incentivo”

Le parole dell’ex ad nerazzurro

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni di FirenzeViola, Ernesto Paolillo, ex amministratore delegato dell’Inter, ha parlato così del futuro di Federico Chiesa, obiettivo di mercato del club nerazzurro.

Paolino, la Fiorentina per Chiesa chiede 70 milioni: è una cifra adeguata?
“Tanti dicono che a causa del coronavirus i prezzi sul mercato si siano abbassati in modo notevole e che dunque il mercato estivo al quale andiamo incontro sarà molto povero. Io invece penso che per ciò che riguarda i talenti veri del nostro Paese nulla cambierà. Per cui se Chiesa pochi mesi fa valeva 70 milioni, adesso ne vale altrettanti. E fa bene la Fiorentina a non scendere sotto questa soglia”.

L’Inter sembra aver messo la freccia sulla Juventus per il calciatore viola…
E la cosa, da tifoso nerazzurro, non può che farmi felice. Certo, ammetto che 70 milioni siano una cifra molto alta però come dicevo perfettamente adeguata al valore di Chiesa: i talenti italiani si contano sulle dita di una mano ed è giusto che siano valutati come merce rara. Se Federico dovesse venire all’Inter, la squadra di Conte diventerebbe una vera colonia italiana e tutto ciò darebbe un valore in più alla rosa, che lotterebbe davvero per la maglia”.

Ci sono calciatori in uscita dall’Inter che potrebbero fare al caso dei viola?
“Ce ne sono almeno 4 o 5, i primi due che mi vengono in mente sono Nainggolan e Dalbert. Il primo tornerà a Milano dopo l’esperienza di Cagliari ma è destinato a ripartire perché non rientra nei piani di Conte, il secondo si trova già a Firenze e mi pare abbia fatto una discreta prima parte di stagione. Certo, non saranno sufficienti i cartellini dei due giocatori per equiparare il valore di Chiesa, ma certamente possono essere un incentivo per concludere l’affare. Prima di tutto però serve una cosa…”

Prego.
“La Fiorentina deve avere bene in testa il piano tattico da utilizzare in vista della prossima stagione. E per questo è basilare che sia anche certo il nome del tecnico della squadra viola per il 2020/21. Iachini resterà? Oppure verrà un altro al suo posto? Prima di vendere Chiesa ed eventualmente scambiare giocatori servirà aver chiarito questo aspetto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy