Pinamonti quarta punta? Probabile, l’Inter ha provato la carta a sorpresa: no del Genoa

Il giovane attaccante potrebbe restare e completare il reparto degli attaccanti dell’Inter di Conte

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Ieri Andrea Pinamonti ha sostenuto le visite mediche e da oggi sarà a disposizione dell’Inter di Conte, ancora da chiarire quale sarà il suo futuro. 

“Pinamonti torna ad essere un attaccante dell’Inter, stamattina si allenerà con Antonio Conte dopo le visite mediche di ieri pomeriggio. È un ritorno, è un nuovo acquisto: prestito da 5 milioni con obbligo di riscatto per altri 14, per un totale da 19 milioni di euro. È assai probabile – almeno questa è la situazione al 18 settembre – che non sia solo di passaggio a Milano. E che sia piuttosto lui la quarta punta nerazzurra della prossima stagione. Se ci riuscirà, dipenderà non certo solo dagli allenamenti, ma anche dalle offerte che arriveranno per lui da qui alla fine del mercato. Ma c’è tra l’altro pure una motivazione tecnica che lo tiene all’Inter: dovesse andar via, Marotta e Ausilio dovrebbero rinnovargli subito un contratto in scadenza nel 2022, per evitare tra un anno di farlo rientrare – magari valorizzato – a soli 12 mesi dalla scadenza. Restando da Conte, per discutere del rinnovo con Mino Raiola ci sarebbe più tempo, si potrebbe fare anche a campionato iniziato”, spiega La Gazzetta dello Sport.

“Ieri è stata invece la giornata del nuovo incontro con il Genoa. C’è da trovare un incastro per provare ad ammortizzare i 19 milioni di euro di spesa dell’Inter, anche per questo ieri è andato in scena a viale della Liberazione un incontro tra il d.s. Ausilio e il collega Faggiano. Si è tentato invano con il difensore francese Andreaw Gravillon, che però è stato bocciato dal club rossoblù”, aggiunge il quotidiano.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy