Bastoni ritrova il suo passato: dall’esordio con Gasperini a pilastro dell’Inter di Conte

Il difensore classe ’99 affronta la squadra che lo ha cresciuto

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Quella con l’Atalanta sarà una gara decisamente speciale per Alessandro Bastoni: il difensore, acquistato dall’Inter nell’estate del 2017 e arrivato a Milano un anno fa, è cresciuto proprio nel settore giovanile orobico, rimanendo a Zingonia per ben 12 anni. Un percorso iniziato dalla scuola calcio e culminato con l’esordio in Serie A, avvenuto il 22 gennaio 2017 proprio con Gasperini sulla panchina atalantina. Quel Gasperini che non ebbe paura a farlo scendere in campo a soli 17 anni, e che sabato si ritroverà da avversario.

Getty Images

PILASTRO – Tornato a disposizione dopo essere risultato positivo al Covid-19, Bastoni si è subito ripreso il posto da titolare sul centro-sinistra della difesa dell’Inter. Arrivato in nerazzurro con l’etichetta di giovane dalle grandi potenzialità, considerato da tempo uno dei migliori prospetti italiani del ruolo, il classe ’99 ha conquistato già dallo scorso ritiro estivo Antonio Conte, che non ha avuto paura di affidargli una maglia da titolare nonostante la concorrenza di compagni più esperti e più affermati. Pilastro della traballante difesa nerazzurra, Bastoni è pronto a confermarsi ad alti livelli: l’Inter, per tornare in alto, ha bisogno anche di lui.

Getty Images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy