ESCLUSIVA Vecchi: “Sono i calciatori a giocarsi la CL, anche senza Spalletti. Esposito uno che…”

FCINTER1908 ha intervistato in esclusiva l’ex allenatore della Primavera dell’Inter

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Finale di stagione thrilling per l’Inter. Domenica sera a San Siro arriverà l’Empoli per quella che sarà una finale: da una parte la Champions, dall’altra la salvezza. FCINTER1908 ne ha parlato in esclusiva con l’ex tecnico della Primavera dell’Inter Stefano Vecchi:

Come lo scorso anno, l’Inter si giocherà la qualificazione alla prossima Champions nell’ultimo turno. Dopo la pesante sconfitta col Napoli sarà difficile preparare questa finale per Spalletti?
“Sì, l’Inter si giocherà tutto all’ultima gara come già successo lo scorso anno. Non sarà difficile preparare questa gara perché comunque è l’ultima partita e l’obiettivo stagionale è vicino, di certo ci sarà comunque pressione perché sarà una partita da vincere contro una squadra in forma”.

Quanto possono disturbare e dare fastidio le voci sul possibile esonero e sul cambio di tecnico per la prossima stagione? La squadra e l’allenatore ne possono risentire di questo clima?
“Sono voci che sicuramente possono dar fastidio. L’allenatore e i giocatori però hanno grandissima esperienza sanno qual è l’obiettivo e cosa devono fare per raggiungerlo. Dovesse andar via l’allenatore, se i giocatori vogliono giocare la Champions l’anno prossimo devono dare tutto nei 90′ contro l’Empoli lasciando stare qualsiasi tipo di voce”.

Spalletti pensieroso

I risultati incidono sulla valutazione finale, ma a 90’ dal termine come giudica il lavoro di Spalletti?
“Per me Spalletti e un ottimo allenatore se dovesse raggiungere la qualificazione Champions avrebbe fatto in pieno il proprio dovere in questi due anni”.

Sorpreso dall’Atalanta? Chi secondo lei si merita di più di giocare la Champions League?
“L’Atalanta ogni anno si conferma società e squadra da primi posti del campionato e meriterebbe per quanto ha fatto vedere di partecipare alla Champions”.

Per la sfida decisiva di domenica, lei si affiderebbe all’esperienza di Icardi o alla sfrontatezza di Lautaro?
“Sono entrambi giocatori forti non dipenderà solo da chi dei due giocherà ma da come l’intera squadra interpreterà la partita”.

All’Europeo Under 17 si è messo in mostra il gioiellino dell’Inter Esposito. Che tipo di giocatore è? Pensa che possa essere già pronto per il grande salto?
“Esposito l’ho solo visto giocare e mai allenato. Ne hanno sempre parlato molto bene e per le partite che gli ho visto giocare è sicuramente un talento del quale sentiremo parlare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy