Ferrero scatenato: “Schick? Senza il blocco dalla Cina sarebbe all’Inter. I cinesi? Per me…”

Ferrero scatenato: “Schick? Senza il blocco dalla Cina sarebbe all’Inter. I cinesi? Per me…”

Così il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero a Gazzetta.it

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervistato da Gazzetta.it, il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, ha parlato della telenovela estiva attorno a Patrik Schick e dei gruppi cinesi che stanno investendo nel calcio: “Schick? Lo volevano tutti: Monaco, Psg, Juventus, Roma. In giallorosso potrà diventare un principino. Ma sarò onesto: senza il blocco del governo cinese oggi sarebbe all’Inter con Skriniar. I cinesi? Ma chi sono? Per me non esistono, potevano pure restare in Cina. Il nostro calcio dovrebbe rimanere nelle mani dei presidenti italiani. Se i cinesi arrivassero a Genova con tanti soldi non venderei mai la Sampdoria. Quando cediamo agli stranieri abbandoniamo un pezzo della nostra storia. Moratti e Berlusconi? Io sono un fan del Cavaliere, secondo me si riprenderebbe il Milan domattina. E Moratti lo amo, ho anche preso quattro mesi di squalifica per aver chiamato Thohir ‘filippino’. Ma non m’importa tanto sono il presidente più squalificato d’Italia, perché dico sempre la verità. Eto’o? Non lo riprenderei. Non lo conoscevo nemmeno, la prima volta lo scambiai per un cameriere (ride, ndr). Fu un colpo soprattutto mediatico, ma ci saremmo aspettati qualcosa di più dal punto di vista tecnico. Sneijder? Quell’arrivo mancato ha compromesso l’acquisto di Ilicic. Quando è venuto a sapere di Sneijder si è particolarmente arrabbiato e ha deciso di andare a Bergamo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy